in ,

Latina, 29enne disoccupata rifiutata da panificio: “Non consona, sei troppo grassa”

“Il tuo aspetto esteriore non è consono”, questo il messaggio che Dalila, 29enne disoccupata di Latina, si è vista recapitare via Facebook da parte della responsabile di una agenzia presso la quale aveva avuto un colloquio di lavoro in qualità di aspirante panettiera.

Dalila pesa 100 chili, e la sua corporatura robusta sarebbe da ‘intralcio’ dietro al bancone del panificio dove “devono starci due persone magre che possano muoversi contemporaneamente”. Con queste motivazioni il panificio di Latina, dove la giovane disoccupata avrebbe dovuto svolgere un periodo di prova prima di essere eventualmente assunta, l’ha ‘scaricata’.

La giovane, sentendosi profondamente umiliata per il trattamento discriminatorio subito, ha denunciato l’accaduto rilasciando un’intervista a Il Messaggero. “Confesso che ho pianto quando ho letto quel messaggio. Avrei preferito che me lo dicessero quel giorno quando mi hanno vista invece che illudermi” – ha dichiarato Dalila – “Quello che mi brucia è essere stata rifiutata per il mio aspetto fisico e non per la mia professionalità che non è stata assolutamente valutata”.

Dalila però non si arrende, madre di due figli e con un marito da poco disoccuppato, ha davvero bisogno di lavorare“Ho deciso di raccontare la mia storia perché voglio difendere il genere femminile da certe discriminazioni. Lo faccio da donna ma soprattutto da mamma. Perché questi chili di troppo io li ho indosso solo per aver scelto di diventare madre”.

alessia messina uomini e donne

Uomini e Donne gossip, Alessia Messina contro chi le vuole male: “Ce la farò lo stesso”

vittorio brumotti aggredito

Vittorio Brumotti Instagram: prima uscita pubblica “a bombazza”, ma ancora triste