in ,

Latte materno, ecco come donarlo alle banche del latte

Donare il latte materno è una scelta che si sta diffondendo sempre più tra le mamme che allattano nei primi mesi di vita del bambino. La produzione in eccesso, di questo fondamentale alimento rispetto alle esigenze del piccolo, porta le donne a diventare volontarie presso le banche del latte. Questi centri sono presenti in quasi tutte le regioni italiane. Il loro scopo è di raccogliere, conservare il latte donato dalle madri e di distribuirlo gratuitamente ai bambini che ne hanno necessità.

Le donazioni sono sottoposte a rigidi controlli sulla qualità e a un trattamento termico di pastorizzazione. Le mamme prima di diventare volontarie devono fare degli accertamenti per verificare la loro idoneità a svolgere questo ruolo. Non esistono delle quantità minime da donare, infatti, ogni quota è ben accetta seppur minima. E’ consigliato iniziare il prima possibile, subito dopo aver superato le prime difficoltà nell’allattamento.

L’estrazione del latte può essere effettuata manualmente o tramite tiralatte in casa o direttamente presso i centri nelle aree adibite a tale scopo. Il personale delle strutture fornisce tutte le informazioni sulle procedure da seguire, assistenza e i materiali per la raccolta. L’ottima qualità del latte è assicurata dalle procedure seguite con scrupolo durante le diverse fasi. Donare il latte è una buona pratica che aiuta i bambini in difficoltà nutrendoli con un alimento che altrimenti andrebbe sprecato.

rimanere incinta età

Età giusta per avere un figlio: rimanere incinta negli anni migliori

Ultime notizie calcio: Andrea Dossena arrestato a Londra