in

Laura Chiatti e la malattia di Marco Bocci: «Gli promisi: tutte le notti sarò con te!»

Davvero un 2018 da dimenticare per Laura Chiatti e Marco Bocci, una delle coppie più amate del nostro cinema. I due hanno dovuto fare i conti, infatti, con la malattia di lui, che non ha fatto altro che unirli ancor di più. Intervistata da “Grazia”, Laura Chiatti ha raccontato dello spavento provato e di come sia cambiata la sua vita da allora: «Gli ho detto questo: “Ti prometto che tutte le notti sarò qui”. Dovevo girare un film, e nonostante Marco mi dicesse di non rinunciarci, ho deciso di annullarlo. Non me la sentivo, volevo stare con mio marito. Quel giorno, tornando a casa, su Explora mi è comparsa una frase di Ayrton Senna: ‘Non esiste curva che non si possa superare’. Una specie di frase mistica per me. Gliel’ho scritta sull’armadietto dell’ospedale!».

«Mi è venuta un’ansia che prima non avevo!»

Marco Bocci era finito all’ospedale di Perugia per un herpes, che solitamente è un sintomo di stress e stanchezza, il quale non si era fermato alle labbra, ma era arrivato al cervello. Lo stesso attore ne aveva parlato nel corso di una chiacchierata a “Verissimo”: «La causa è stata individuata immediatamente ed è andato tutto bene. Laura mi è stata vicino. In quei giorni mi sono arrivati tanti messaggi e ho sentito il bene delle persone». Nell’intervista a “Grazia” Laura Chiatti ha parlato poi della paura della morte con cui convive da mesi: «A conclusione di quest’anno complicato mi è venuta un’ansia che prima non avevo, mentre in passato ho eseguito sei volte la manovra sui miei figli che stavano per soffocare. È bello non aver paura della morte. Voglio scrollarmi di dosso questa paura al più presto!».

«Sono una provinciale!»

Nel corso dell’intervista Laura Chiatti ha speso qualche parola anche sulla scelta di vivere in Umbria: «In realtà non me ne sono mai andata. Lavoravo, e tornavo. Da qualsiasi città o parte del mondo, per me tornare a casa era tornare in paese. Sono una vera provinciale!». Sulla stessa lunghezza d’onda il marito Marco: «Anche lui è pronto a scappare dalla città. A nessuno dei due piace stare fuori dal circuito di paese. Non credo che un bambino di paese sia più sano o felice di uno di città. Salute e felicità dipendono da altro, eppure quella dimensione, più reale, più piccola, aiuta!». La coppia, infatti, vive in provincia di Perugia assieme ai figli Enea e Pablo, che hanno rispettivamente 4 e 2 anni.

Il Commissario Montalbano 2019: quando inizia, anticipazioni nuovi episodi

Anagni, incidente stradale tra un auto e il mezzo spargisale: la vittima è una signora di Piglio