in

Laura Chiatti, scollatura profondissima e ascella in mostra: a che punto sarà la depilazione?

Bella, ironica e professionale, Laura Chiatti ci prova con la scollatura: a far cosa? A far dimenticare lo scatto ‘incriminato’ per la mancata depilazione dell’ascella. È ancora nell’aria la polemica suscitata da chi, troppo attento ai dettagli, si scatenava contro l’attrice per l’evidente ricrescita dei peli ed ecco allora un nuovo scatto social a cercare di zittire gli haters. Moglie e mamma impegnata, la Chiatti non è certo lì ad aspettare ‘l’alba del nuovo pelo’ per tirarlo via ma – a quanto pare – i followers sono dietro l’angolo a scatenarsi nelle critiche. Abituati forse a tanta ostentata e irreale perfezione, anziché apprezzare la normalità di una donna di spettacolo, vi si scagliano contro.

Laura Chiatti, scollatura contro ascella: chi avrà la meglio?

Ma la Chiatti sa bene come rispondere. E ovviamente neanche questo sta bene ai fan, che la accusano di essere troppo brusca e sgarbata nelle repliche. Con l’autoironia e l’intelligenza che la caratterizzano, Laura non lascia cadere le critiche, anzi sottolinea quanto di negativo viene riportato tra i commenti, rispondendo a tono. E così, nell’ultimo scatto Instagram, la moglie di Marco Bocci si mostra nuovamente in tutto il suo splendore, ascella compresa. Scollatura profondissima, costume verde in pendant con il colore degli occhi e ascella in bella mostra. Questa volta perfettamente depilata. Non può, naturalmente, mancare la nota a margine: “La mia depilazione ascellare migliora”, scrive la Chiatti a corredo del post.

“Proporrei un bel ciuffo rasta”, come non riderci sopra?

“Allora sai essere anche simpatica”, si legge subito sotto l’immagine di Laura. “Grazie, perché tanta gente non ci dormiva di notte”, è la replica ironica di qualche sostenitore della Chiatti. “Ahhhh, beata solidarietà femminile!”, le difese nei confronti della trentasettenne umbra non tardano e in molti – contro la superficialità di certi commenti – sostengono: “Ci vorrebbero molte più Donne come te!”. Immancabile l’ironia di fronte alla bassezza di certi contenuti: “Te saresti meravigliosa anche con un cespuglio di baffi”, oppure, “Io proporrei di far crescere un bel ciuffo rasta”, “Sei bella anche con l’ascella pezzata”.

Leggi anche —> Martina Sebastiani Instagram, costume esagerato e florido decolleté: «Che abbondanza!»

Classifica dei libri più venduti questa settimana: Camilleri in testa

giulia e silvia provvedi

Giulia Provvedi Instagram: lato b e seno in bella mostra