in

Laurea honoris causa ad Aung San Suu Kyi il prossimo 30 ottobre a Bologna

La cittadinanza onoraria e una laurea honoris causa in Filosofia sono i doni che la città di Bologna ha in serbo per Aung San Suu Kyi, la leader birmana del movimento non violento.

L’appuntamento è fissato per il 30 ottobre 2013 alle 9:30 in Consiglio comunale e poi, alle 11, nell’Aula magna dell’Università di Santa Lucia per l’inaugurazione dell’anno accademico.

laurea honoris causa Bologna 2013

La politica birmana, attiva da molti anni nella difesa dei diritti umani, si è imposta come leader contro la dittatura militare che tuttora comanda nel suo Paese.  Sostenitrice del pensiero di Gandhi e fondatrice della Lega Nazionale per la Democrazia, le vennero comminati gli arresti domiciliari che furono protratti con rinnovi su rinnovi, di anno in anno, fino al 2010 (motivo per cui la politica non potette ritirare il Premio Nobel per la Pace ricevuto nel 1991).

Il “caso Aung San Suu Kyi” ha incominciato ad essere un argomento internazionale, tanto che sia Stati Uniti d’America che Europa hanno fatto grosse pressioni sul governo del Myanmar per la sua liberazione.

Già nel 2000 l’Ateneo di Bologna aveva deciso di conferire la laurea honoris causa alla politica birmana. E ora la città è orgogliosa di ospitare la donna militante che – come ha espresso il rettore dell’Università di Bologna, Ivano Dionigi – “ha dedicato la sua vita ai diritti umani ed è una delle figure più rappresentative del nostro tempo”.

Seguici sul nostro canale Telegram

Wi-Fi e cellulari: per la Francia nessuna prova di danni alla salute

Rimini eventi Fellini 2013

Weekend a Rimini…ma in autunno!