in ,

Lavello: esplode palazzina a causa di una bombola del gas, tre morti

Tre morti e tre feriti, nella nottata una bombola del gas difettosa ha causato un’esplosione in una palazzina. Siamo a Lavello, provincia di Potenza, l’edificio sta dormendo, è notte. Stando alle prime ricostruzioni, l’esplosione é avvenuta nel seminterrato in via Machiavelli 60, adiacente al centro storico di Lavello. Una vera e propria bomba che si è udita in tutto il paese ed ha fatto scattare immediatamente l’allarme. Lo scoppio della bombola del gas ha provocato il crollo di un solaio della palazzina, occupata da Raffaella Triggiani e dalla figlia.

I soccorsi, rapidissimi nell’intervenire, erano composti dai vigili del fuoco, i carabinieri, il personale sanitario e la Protezione civile. Vittime di questa tragedia sono state sono Raffaella Triggiani, di 94 anni, la figlia, Pinuccia Finiguerra, di 67 anni, ed una donna romena, proprietaria del seminterrato, di 31 anni, Alina Costea.

L’esplosione si é sentita in tutto il paese. Siamo profondamente addolorati e anche la sorte di Alina Costea ci lascia sgomenti perché abbiamo fatto dell’accoglienza uno dei punti principali della nostra azione. Consulterò i consiglieri comunali ma credo che tutti saranno d’accordo a proclamare il lutto cittadino“, così il sindaco di Lavello, Sabino Altobello, ai giornalisti presenti sul luogo. Feriti due vicini di casa che immediatamente dopo il crollo hanno cercato un primo tentativo di soccorso. Le ferite riportate dai due sono comunque lievi. Il terzo è stato portato in ospedale a causa di un forte attacco di panico.

fotografia

Parlare di fotografia

Europei atletica Amsterdam 2016, programma gare 7 luglio: orario diretta TV e streaming gratis