in ,

Lavorare da casa, come farlo al meglio

Come lavorare da casa e gestire tutto al meglio, qualche consiglio utile, sapendo imporsi dei limiti, trovando i propri spazi e facendo attenzione ai pisolini.

come lavorare

– Imporre dei limiti. Lavorando a casa  si può stare più tempo con i figli o ritagliarsi un po’ di spazio per fare delle faccende domestiche. Ricordarsi sempre di non tralasciare il lavoro, mettendo dei paletti sia a voi stessi che a chi sta in casa con voi. Essere a casa non significa non lavorare. – Trovare uno spazio vostro. Trovare un posto fisico comodo e adatto per lavorare, dove non essere disturbati e dove non dover continuamente chiedere agli altri di fare silenzio, in casa c’è anche chi si rilassa ed è giusto che possa parlare/guardare la tv/ascoltare musica.

Attenzione ai pisolini. Lavorando a casa ci si può rilassare quando si vuole, ma bisogna stare attenti alle pause divano-letto. Ottimo staccare gli occhi dal computer, un po’ meno bene addormentarsi per tre ore. La sveglia può essere un’alleata se si è consapevoli di un possibile pisolino. – Datevi una routine. Per evitare di lavorare troppe ore o di lavorare poco, il consiglio è quello di organizzarsi imparando a gestire il tempo di ogni compito. A casa si è più flessibili, ma non bisogna nemmeno esserlo troppo per evitare di essere poi oberati.

 

Lavorando in questa maniera sarà tutto più facile e aiuterà nell’economia del tempo. I pisolini, poi, saranno tutti più meritati.

Grecia Mondiale

Mondiale Brasile 2014: Grecia-Costa d’Avorio terza partita girone C, possibili qualificazioni e probabili formazioni

Ricetta laziale: frittella di carciofi e animelle