in

Lavorare e studiare a Londra per un mese: cosa bisogna sapere

Avete deciso di lavorare e studiare a Londra, ma non sapete ancora come muovervi? Dopo la Brexit sono molti i dubbi e le domande che gli aspiranti viaggiatori si fanno su come sarà lo scenario lavorativo in Inghilterra. Nel frattempo, però, ecco come bisogna muoversi e cosa bisogna sapere prima di intraprendere il viaggio.

Come trovare un alloggio a Londra? Prima di tutto esistono diversi giornali locali che escono a cadenza settimanale dedicati agli annunci di lavoro o alloggi. Uno di questi è il TNT, un giornale di annunci dedicato soprattutto alla ricerca di posti dove vivere per studenti e lavoratori. È gratuito ed esce ogni lunedì in tutte le edicole di Londra e dintorni. Ci sono anche The Evening Standard e Loot, altri giornali famosi e molto utili se si cercano alloggi economici o un lavoro. L’Earl’s Count, ad esempio, è un posto dove ci si può recare per trovare stanze in albergo o Hotel.

Come trovare lavoro a Londra? Dopo aver cercato un alloggio sicuro e che vi garantisca un valido appoggio per almeno un mese, è il momento di cercare lavoro. Come abbiamo già sottolineato, la prima opportunità è fornita dai numerosi quotidiani locali dedicati agli annunci di lavoro. In secondo luogo ci si può affidare alle agenzie di collocamento. Una tra le più importanti e utili è la CATCH 22 –  si trova nel centro di Londra, al 199 Victoria Street, London SW1E 5 NE, il cui numero di telefono è 0171-821 1133. Un’ altra agenzia, dedicata più nello specifico ai lavori a breve termine si trova al 1-3 Denmark Street, London WC1, il numero telefonico è 0044-171-853 3253.

Bisogna infine ricordare che, fino a quando le cose non cambieranno a causa della Brexit, a Londra è possibile aprire un conto corrente senza grandi difficoltà: basta comunicare i dati e pochi giorni dopo arriverà una lettera presso l’indirizzo indicato. Non è necessario il permesso di residenza a meno che non si decida di prendere la cittadinanza.

Per quanto riguarda i tipi di lavoro, normalmente per le ragazze è più semplice trovare un impiego come cameriera, barista, donna delle pulizie negli hotel, mentre per i ragazzi le occasioni spesso si riducono a lavapiatti o aiuto cuoco. In ultimo, per quanto riguarda la copertura sanitaria, in caso si decida di rimanere a Londra per meno di tre mesi è possibile richiedere un certificato al proprio medico USL; per chi lavora la sanità è gratuita, compresi esami del sangue e delle urine, non esiste il ticket da pagare come in Italia.

Emma Marrone e Stefano De Martino

Emma Marrone Facebook, la cantante e la prova costume: “La sana pancetta non fa male”

mammografie milano, mammografie gratuite, mammografie gratuite milano, come prenotare mammografia gratuita,

Mammografie gratuite a Milano: ecco dove farle