in ,

Lavoratori statali, possibile stabilizzazione per 50 mila precari

Nel calderone dunque tagli del 20% a consulenze e auto blu allungato fino al 2015. Proroga dei termini, ormai scaduti, per gestire 7 mila eccedenze di personale statale, destinate però a salire. Ciliegina sulla torta sarà la riserva di concorso per una fetta dei 150 mila precari della Pubblica amministrazione, ma salvi saranno solo un terzo in tempi relativamente lunghi, forse abissali.

La situazione dei 150 mila contratti precari rischia di slittare oltre la data della loro scadenza, che è prevista per il 31 dicembre, salvi forse, chi ne ha avuto uno a tempo determinato per tre anni negli ultimi cinque: 50-60 mila lavoratori, questa è la stima fatta dai sindacati. Questo di assumere è un vecchio discorso che ormai i politicanti portano dietro dal 2009, ma i dubbi ci assalgono quando scopriamo che c’è una certa limitazione su chi potrà bandire tali concorsi. Sicuramente non le Province commissariate; non i Comuni le cui spese per il personale valgono più della metà delle uscite; nemmeno le Regioni alle prese con i buchi della sanità.
tasse-scadenze


Altro punto focale del decreto, mai attuato, è la spending review varata da Monti un anno fa: l’obiettivo primario erano i tagli di spesa per il personale di tutte le amministrazioni pubbliche, pari a 10% (dipendenti) e 20% (dirigenti). Sono state invece conteggiate 7.084 eccedenze relative i comparti dello Stato centrale: ministeri, agenzie fiscali, enti pubblici non economici, enti di ricerca.

Il ministro del lavoro Giovannini non può negare che: “Indubbiamente avremmo bisogno di un forte ricambio generazionale nella P. a.” annunciando poi un nuovo intervento normativo “per risolvere in modo definitivo” la questione esodati “che riguarda ancora circa 20-30mila persone”.

Novità invece per l’Imu, proprio nella giornata di ieri il sottosegretario all’Economia Baretta si è espresso per la cancellazione della prima rata, a patto però che entro la fine del mese si trovino i fondi, circa 2,4 miliardi. Nulla di nuovo quindi e si ritorna a punto e a capo.

Written by Vincenzo Iozzino

Classe 82, giornalista e pubblicista dal 2005, ha collaborato con diverse importanti redazioni, tutt'ora porta avanti un progetto personale editoriale creato ed aministrato da lui. E' attratto principalmente dalla scrittura creativa, le cui conoscenze sono state approfondite pesso la facoltà di Cultura ed amm. dei Beni Culturali di Napoli, dove si è formato. Campano, vive a Gragnano, territorio montuoso che lui definisce "braccia dell'angelo", una vera vocazione che lo ha spinto ad appassionarsi al Running ed al Trekking, e nel 2012 diventa istruttore di Atletica leggera. Vive con una meravigliosa moglie e due splendidi bambini.

Stasera in diretta Tv: Fenerbahce-Arsenal, play-off di Champions League

Terremoto oggi in Toscana: otto scosse tra Lunigiana e Garfagnana