in

Lavori usuranti 2017: quali sono? Elenco, pensione e requisiti, ecco cosa cambia

La Legge di Stabilità 2017 ha esteso il pensionamento anticipato anche ai lavoratori impegnati in attività usuranti (da distinguere dai lavoratori impegnati in mansioni gravose): ma quali sono esattamente le categorie interessate dai benefici?

Svolgono lavori usuranti queste categorie di lavoratori:

  • chi lavora in galleria, nelle cave, in cassoni ad aria compressa, ad alte temperature, in spazi ristretti, nell’asportazione di amianto o come palombaro;
  • gli addetti a turni di notte per almeno sei ore ogni giorno e per un minimo di 64 giorni all’anno e coloro impegnati per almeno tre ore nell’intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino per periodi di lavoro pari all’intero anno;
  • gli addetti alla linea catena che svolgono l’attività in imprese soggette a specifiche voci tariffarie Inail in mansioni caratterizzate dalla ripetizione costante delle stesse azioni;
  • i conducenti di veicoli, di capienza complessiva non inferiore a nove posti, adibiti a servizio pubblico di trasporto collettivo.

LEGGI TUTTO SULLA RIFORMA DELLE PENSIONI!

Requisiti per la pensione anticipata

Per poter beneficiare della pensione anticipata, i lavoratori impegnati in questo genere di attività devono averle svolte per almeno 7 anni negli ultimi 10 anni di lavoro o per almeno metà della vita lavorativa per le pensioni con decorrenza dal 1° gennaio 2018 in poi. In tutti i casi per poter accedere alla pensione è necessario il requisito contributivo minimo di 35 anni e un’età anagrafica compresa tra i 61 anni e 7 mesi e i 64 anni e 7 mesi a seconda della mansione del lavoratore e se è autonomo o dipendente (maggiori dettagli sul sistema delle quote nell’informativa sul sito dell’Inps).

La domanda di accesso dovrà essere presentata all’Inps competente entro il marzo 2017 (nel caso in cui i requisiti agevolati siano stati maturati nel corso del 2017) oppure entro il 1° maggio 2017 se acquisisce i requisiti nell’anno 2018.

Qualora le attività usuranti siano state svolte da soggetti che abbiano svolto almeno 12 mesi di lavoro prima dei 19 anni di età – ovvero rientrino nella categoria dei lavoratori precoci – costoro potranno usufruire, dal 1° maggio 2017, dell’uscita a 41 anni di contributi a prescindere dal requisito anagrafico.

In apertura: foto di Hangela/Pixabay.com

Seguici sul nostro canale Telegram

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Isola dei Famosi 2017

Isola dei Famosi 2017 vota: come fare? Ecco tutte le soluzioni (FOTO)

Calciomercato Roma, Paredes alla Juventus: affare possibile, i dettagli dell’offerta