in

Lavoro da remoto e strumenti indispensabili per chi lavora casa: la stampante

Il lavoro da remoto è ormai una delle soluzione più scelte oltre che ideale per i liberi professionisti che decidono di organizzare il proprio ufficio in casa. Questa formula di lavoro però richiede qualche accorgimento e qualche accessorio indispensabile. Oltre al pc, di cui non si può certo fare a meno, c’è un altro strumento che risulta essere necessario: la stampante. La scelta della migliore stampante per chi lavora da casa non è così difficile, basta seguire alcune regole d’oro che permetteranno di non sbagliare.

Sembra banale, eppure ogni strumento non è perfetto per ogni tipo di lavoro o esigenza. È questa, infatti, la prima regola da seguire per arrivare alla scelta definitiva.
Chi lavora da casa ha almeno un’esigenza principale che è quella di gestire la stampa dei documenti evitando gli sprechi.
Il mondo della tecnologia si è evoluto rapidamente, mutando i suoi contorni giorno dopo giorno, per questo motivo è necessario conoscere ciò che offre, dettaglio che vale anche per i suoi strumenti come, appunto, la stampante.

Negozio tradizionale Vs e-commerce

E-commerce, questo sconosciuto. Niente affatto. Se fino a qualche tempo fa molti non si sarebbero mai affidati alla rete per fare i loro acquisti, oggi non solo hanno cambiato idea, ma sono anche diventati acquirenti molto attivi. Del resto le potenzialità del web non si possono negare.

Acquistare una stampante online e i suoi accessori come cartucce e toner, richiede una certa conoscenza del mezzo internet e delle realtà presenti online. Tra queste, Tonerpartner si presenta come una delle soluzioni più interessanti per farsi recapitare a casa prodotti di alta qualità.

I vantaggi degli e-commerce rispetto ai negozi tradizionali sono principalmente la semplicità dell’acquisto, la comodità e le numerose promozioni che spesso questo canale propone. Senza contare che in molti casi la spedizione avviene in 2 giorni lavorativi. Insomma, sempre più utenti ogni giorno scelgono la rete come canale al quale affidarsi per i loro acquisti perché non hanno tempo di recarsi in negozio, perché preferiscono risparmiare e perché non vogliono rinunciare alla comodità di un click.

C’è da dire, poi, che la tecnologia è ormai entrata nelle nostre vite in modo deciso comportando da un lato qualche svantaggio come tutte le cose che non facciamo più da quando c’è internet e dall’altro numerose comodità come, in questo caso, la possibilità di organizzare il proprio ufficio in casa.

Le regole per la scelta della stampante

Prima di capire quali sono le regole per la scelta giusta, è necessario sapere che la stampante perfetta non esiste. A fare la differenza e renderla tale sono le esigenze di chi la utilizza.

Il modo con cui si utilizza è fondamentale.

Le principali tipologie di stampante possono essere così descritte:

Stampante inkjet. Anche chiamata “a getto d’inchiostro”, questo prodotto è ideale per chi ne fa utilizzo di media intensità per la stampa di documenti e foto o illustrazioni. Richiede frequenti cambi di cartuccia.

Stampante laser. È perfetta per chi lavora da casa perché è in grado di stampare una grande quantità di documenti con rapidità.

Stampante a LED. Garantisce prestazioni molto alte. È simile a quella laser, ma è più robusta, compatta e costosa.

Stampante fotografica a sublimazione. Perfette per chi ha necessità di stampare immagini su materiali e tessuti.

Gli altri elementi da considerare prima della scelta sono: la velocità, le dimensioni, la risoluzione di stampa, i formati di carta e i consumi.

Governo Conte dimissioni o rimpasto? La situazione

Marco Carta furto magliette, una testimonianza lo inchioda: «Un’azione preordinata»