in ,

Lavoro, rapporto Cgil: nove milioni gli italiani in difficoltà

È un quadro desolante quello che emerge dai dati del monitoraggio condotto dall’Associazione Bruno Trentin della Cgil: sono oltre nove milioni gli italiani in difficoltà a causa della carenza del lavoro o per la condizione di precarietà che stanno vivendo.

lebret cartellone autostrada lavoro disoccupato francia

Nell’ultimo trimestre del 2013, in particolare,  pare che la sofferenza occupazionale abbia raggiunto il punto più alto dal 2007, toccando ben 5 milioni e 95mila persone tra disoccupati, cassaintegrati e scoraggiati; intanto altri 4 milioni e 200 mila unità sono interessati dalla cosiddetta “area del disagio” (lavoro a termine, in collaborazione o part-time involontario), che ha registrato un aumento drammatico pari al + 29,6% rispetto allo stesso trimestre del 2007.

Crolla anche la media di ore settimanali lavorate, che è passata dalle 38,5 ore del 2007 alle 36,9 ore del 2013. Secondo l’analisi, è significativo che la contrazione del lavoro si sia verificata nel 2013, quando era già regime la normativa che rendeva possibile per un anno contratti a termine senza causale.

(fonte: La Repubblica; autore dell’immagine principale Gianni Dominici, da Flickr.com)

Seguici sul nostro canale Telegram

Amici 13 anticipazioni

Amici 13, Giada Agasucci parla del suo ex: “Mi ha lasciata con un sms”

spiaggia Riviera romagnola mostra di sculture di sabbia 2014

Turismo a misura di famiglia: a giugno si racconta così l’Emilia-Romagna su Instagram