in

Le Donatella: ecco chi sono le vincitrici dell’Isola dei Famosi 2015

Chi sono Le Donatella, le vincitrici dell’Isola dei Famosi 2015? Chi sono, cioè, Silvia e Giulia Provvedi? Gemelle, cantanti, giovani ragazze intraprendenti e molto, molto coraggiose. Prima dell’avventura in Honduras erano veramente in pochi a conoscerle. Viste così, all’improvviso, sull’aereo con cui sarebbero sbarcate insieme a Rocco Siffredi e colleghi sulla spiaggia che le avrebbe ospitate per ben due mesi, in una prima serata di Canale 5, ben in pochi erano riusciti a collegare i loro volti a quelli delle due concorrenti di X Factor 6.

Eh sì, Le Donatella, le vincitrici dell’Isola dei Famosi 2015, hanno partecipato al talent di Sky quando ancora in giuria sedevano Arisa e Simona Ventura. Nonostante in molti sottolineino come sia difficile, forse, ricordarsi di loro dopo tutti i concorrenti che sono ormai passati sotto gli occhi dei telespettatori, c’è chi ancora si ricorda delle due cantanti che, in coppia, come sempre, fino alla quarta puntata del programma hanno cercato di combattere con le unghie e con i denti  per poter trovare il loro posto all’interno del mercato musicale italiano.

Cosa hanno fatto di tanto speciale Le Donatella sull’Isola dei Famosi 2015? Oltre a non tirarsi mai indietro e a vivere con entusiasmo, un entusiasmo forse intrinseco nella loro personalità, ogni singolo giorno, le due non hanno mai dato adito ad accuse riguardanti la messa in atto di determinate strategie, non sono mai balzate agli onori della cronaca per aver passato le giornate stese sulla sabbia a lamentarsi e non hanno mai indispettito i telespettatori con futili litigi. Al contrario Le Donatella hanno sempre affrontato ogni sfida dando il massimo. Sono state sempre in prima linea nelle varie avventure per procacciare cibo per tutto il gruppo, dando prova di essere ottime pescatrici, e quando sono andate a Playa Desnuda anche Brice si è accorto di come fosse meglio vivere con loro che con Cecilia Rodriguez.

fosse ardeatine

24 marzo 1944, eccidio delle Fosse Ardeatine: i soldati tedeschi rastrellano ed uccidono 335 civili italiani

Gabriele Rofi, “Ritorno al futuro”: per dipingere Expo 2015 ci vuole cuore