in

Le foto del concerto di John Legend a Milano, martedì 9 luglio 2013

Soltanto trentaquattro anni compiuti, John Legend è già tra i più noti e stimati cantautori black di tutto il mondo. Sette milioni di album venduti e nove Grammy Awards sono numeri decisamente importanti per un artista che ha saputo conquistare negli anni l’apprezzamento trasversale della critica musicale. Il «Summer Love» tour sbarca a Milano, presso l’Ippodromo di San Siro, dopo il passaggio a Perugia di lunedì 8 luglio: due soltanto le date previste in Italia.

JohnLegendPierLuigiBalzarini©002

Ad aprire il concerto è Jury, classe 1986 ed ex finalista dell’edizione 2009 di X-Factor: per lui un’occasione davvero preziosa oltre che un grandissimo onore.
Il pubblico, piuttosto numeroso, è però, per ovvi motivi, in trepidante attesa di Legend.  L’artista americano si presenta onstage verso le 21 e 30 accompagnato dalla sua band. Nulla è lasciato al caso per questo tour: Frida Giannini, per Gucci, ha curato con attenzione il look sia del cantante sia del gruppo.
Fin dalle prime battute John Legend dimostra la sua confidenza con il palcoscenico e, parallelamente, le sue indiscusse qualità musicali: un connubio alquanto raro.

Ad ammaliare i presenti è la voce del cantante statunitense, un timbro davvero particolare e soprattutto un controllo invidiabile. Oltre a lui colpiscono le due coriste, sia per voci sia per beltà. Verso metà concerto Legend offre ad una ragazza del pubblico l’onore di ballare con lui e a fine canzone la omaggia di una rosa.
Un concerto molto apprezzato quello di ieri sera, da un pubblico giovane e ben sortito: non solo donne ma anche moltissimi uomini.

Fotografie di Pier Luigi Balzarini

JohnLegendPierLuigiBalzarini©003

JohnLegendPierLuigiBalzarini©004

JohnLegendPierLuigiBalzarini©005

JohnLegendPierLuigiBalzarini©006

JohnLegendPierLuigiBalzarini©007

JohnLegendPierLuigiBalzarini©008

JohnLegendPierLuigiBalzarini©009

JohnLegendPierLuigiBalzarini©010

JohnLegendPierLuigiBalzarini©011

JohnLegendPierLuigiBalzarini©012

JohnLegendPierLuigiBalzarini©013

studio-ghibli

Animazione Giapponese: la Storia dello Studio Ghibli in un Documentario

Guardiola prende a calci Robben, ma niente paura, è solo un gioco