in ,

Le foto delle mamme che allattano e la censura di Instagram

Allattare in pubblico è ancora un gesto considerato da tanti come un tabù, di cui vergognarsi soprattutto se fatto in pubblico. Una credenza che non è soltanto popolare ma condivisa anche dai social. Qualche giorno fa Instagram ha bloccato l’account di una fotografa che ama spesso pubblicare le foto delle mamme che allattano sia in pubblico che in privato.

Il web non l’ha presa proprio benissimo ed è improvvisamente insorto contro il social network, inondandolo di mail e di richieste per la riattivazione del profilo di Melissa Jean Wilbraham, la fotografa presa di mira. La stessa Melissa ha prontamente avvisato i suoi fan e la stampa durante una conferenza, dove raccontava l’accaduto.  I gestori di Instagram sono stati così costretti a riattivare il profilo, che da 18 mila fan è passato rapidamente a 30 mila.

Ma allattare il proprio bimbo non dovrebbe essere il gesto più bello del mondo? E’ noto che Instagram, insieme agli altri social network, vieta categoricamente (anche se non sembrerebbe data la presenza di numerose immagini di nudo o seminudo di star e utenti vari) contenuti pornografici, violenti, discriminatori e nudi. In questo caso come l’immagine di una donna che allatta potrebbe offendere il comune senso del pudore?

Photocredit: Melissa Jean

Uomini e Donne gossip: Silvia Raffaele smentisce il fidanzamento

BERGAMO ZIO PEDOFILO

Cronaca, Avellino: Abusi sessuali su una minorenne, arrestati due uomini