in

Le Iene aggredite da venti Cinesi infuriati

Partiamo dal concetto che le regole dovrebbero essere uguali per tutti ma questi Cinesi fanno cosa tradizionalmente cosa vogliono. Luigi Pelazza, il baffone delle Iene con la troupe di Italia 1, stava praticamente contestando ai commercianti Cinesi il fatto che alcuni dei giocattoli venduti nel loro centro commerciale siano contaminati da sostanze che possono danneggiare la fertilità dei bambini.
Si tratta di un fatto provato da analisi condotte da esperti e che Pelazza stava facendo presente ai responsabili. D’un tratto però una ventina di Cinesi hanno aggredito la troupe in modo molto violento, mandando in frantumi le telecamere. I Cinesi infuriati non hanno esitato a menare Pelazza e l’operatore. Alla Jena è stata strappata la collanina e, finito a terra, è stato preso a calci sotto gli occhi dei passanti che non hanno reagito nè chiamato le forze dell’ordine. Successivamente però sono state arrestate 4 persone, tre uomini ed una donna.

Pelazza ha ricevuto molti commenti di solidarietà sulla sua pagina Facebook. Lo showman ha detto di star bene, apparte un dolore al collo, ed ha detto che il video dell’aggressione andrà comunque in onda nella puntata del 28 Aprile. Allucinanti alcuni commenti minacciosi di Cinesi che insultano Pelazza anche sulla sua Pagina Facebook.

Start Upper ed esperto di imprese tecnologiche, 42 anni, laurea e master ottenuto in Gran Bretagna. Vive a Livorno ma viaggia spesso tra Milano e Torino.

news italia

Sebastiano Strangio arrestato: fu protagonista della faida di ‘ndrangheta di San Luca

L’elezione del Presidente della Repubblica diventa Legittimo Impedimento per Berlusconi