in

Le Iene Show: Nadia Toffa e le acque inquinate da Pfas in Veneto, un rischio per i bambini

Ieri è andata in onda a Le Iene Show il servizio di Nadia Toffa sull’inquinamento da Pfas delle falde acquifere nella regione Veneto: in particolare sono interessati i comuni di Padova, Vicenza e Verona. L’acqua del rubinetto di casa, in queste zone, è considerata potabile ma dagli ultimi test sembra invece che contengano ancora Pfas – sostanze perfluoroalchiliche – nocive e tossiche per la salute.

La tossicità dell’acqua dovuta a Pfas può avere ripercussioni molto gravi sulle donne incinte, sui bambini e sugli adulti: tra le patologie più comuni causate da queste sostanze tossiche ci sono tumori del rene, fegato, cervello, diabete, problemi cardiaci e tiroidei. La responsabilità dell’inquinamento è attribuita a una ditta del luogo ed è stata scoperta solo nel 2013 a causa dei problemi di salute riscontrati proprio dalle donne della zona in stato interessante.

Come scrivono i documenti ufficiali resi noti durante la messa in onda nel programma Le Iene Show, le piantagioni del luogo vengono irrigate con acqua contaminata da Pfas, così come gli animali da allevamento si abbeverano con quelle acque e dunque la situazione alimentare risulta non essere sotto controllo.

Questo significa che i cibi venduti nella grande distribuzione possono raggiungere anche il resto d’Italia. Come spiega Nadia Toffa, dopo la scoperta della contaminazione la regione ha preso provvedimenti installando dei filtri per depurare l’acqua. Dai documenti ufficiali è però emerso che non sempre funzionano a pieno regime. Inoltre, i valori limite fissati in Italia sono molto più alti rispetti a quelli di altri paesi come Germania e Stati Uniti.

Belotti al Monaco

Consigli Fantacalcio 28a giornata Serie A: chi schierare in formazione secondo UrbanPost

Uomini e Donne gossip: Riccardo e Camilla, già aria di crisi?