in ,

Le opere d’arte di Klimt diventano realtà: le fotografie di Inge Prader

Come Klimt mostrava donne e uomini avvolti da mantelli d’oro, così Inge Prader, fotografa austriaca, rappresenta i soggetti dell’artista viennese, veri e fatti di carne umana, all’interno delle sue fotografie. Una vera e propria raffigurazione vivente di quelle che sono le opere dell’eccelso pittore austriaco. Danae, soggetto della mitologia greca, simbolo dell’inconsapevolezza e della sensualità, diventa una donna vera e propria con lunghi capelli rossi e avvolta da una pioggia dorata, quella con cui Giove la fecondò fingendosi nuvola.

Da “Danae” si passa a “Vita e morte“, dove a un gruppo di uomini e donne distratti dal materialismo e dai falsi ideali si contrappone la morte che sta lì a osservarli con un bastone in mano. Anche qui la fotografa austriaca ha rappresentato la stessa immagine con attori in carne e ossa, un vero e proprio quadro umano a immagine e somiglianza dell’opera di Klimt.

Inge Prader ha realizzato questi quadri umani in occasione della 23esima edizione del Life Ball, grande manifestazione i cui ricavi vengono donati in beneficenza ai malati di HIV e AID. Le sue opere hanno fatto il giro del mondo, grazie ai loro dettagli e all’idea di riproporre le opere di uno dei geni assoluti dell’Art Nouveau.

Foto:Instagram

dieta mediterranea

Dieta mediterranea: dimagrante e antiage?

quartiere isola milano eventi

Botteghe e fattorie sotto i grattacieli a Milano: artigianato e prodotti contadini il 25 ottobre