in

Le professioni digitali più richieste: 5 lavori a cui forse non avete mai pensato

Quali sono le professioni digitali più richieste? Esiste un mondo, ancora molto sconosciuto, in cui la domanda è nettamente superiore all’offerta ma che, spesso, non viene nemmeno preso in considerazione da chi è alla ricerca di un lavoro o di una strada professionale da seguire: si tratta delle professioni digitali, di tutte quelle nuove figure che le aziende vanno introducendo da qualche anno a questa parte.

In una società sempre più 3.0, le aziende sono oramai consapevoli che anche il loro futuro sarà “digital”: è per questo motivo che le imprese, italiane e non, sono sempre più alla ricerca di professionisti digitali, personale qualificato ancora poco reperibile all’interno del mercato del lavoro. Stando ai dati di una ricerca condotta dalla Commissione Europea, solo nel 2015 era stato previsto un aumento di richiesta di professionisti digitali pari a 100mila unità: ciò, durante lo scorso anno, ha fatto sì che si creasse una carenza strutturale di 509mila posizioni causata dalla mancanza di talenti. Ma come si diventa professionisti digitali? Si chiamano professionisti del digitale tutti coloro in possesso di e-Skills, capacità relative al mondo del web, dei social e più in generale di tecnologie ICT: come per molte altre professioni, è la formazione a fare la differenza. Basterà quindi una “googlata” per entrare nel fantastico mondo del digitale, tra aziende che offrono lavori e corsi che offrono la necessaria formazione per diventare un professionista del settore.

In particolare, però, sono cinque le figure più richieste dalle aziende secondo i dati dell’Osservatorio HR Innovation Practice della School of Management del Politecnico di Milano:

eCRM & Profiling Manager: si tratta di un professionista che si occupa di migliorare la comunicazione tra l’azienda e la clientela attraverso il Customer Relationship Management in chiave digitale;

Digital Marketing Manager: professionista del digitale, si occupa di ottenere nuove possibilità di vendita o di marketing attraverso l’ottimizzazione delle interazioni digitali attraverso l’utilizzo di canali social, web o mobile;

Chief Innovation Officer: tra i professionisti più difficili da trovare, questa figura si occupa di cercare nuove soluzioni di business per sfruttare al meglio il mondo del digitale;

Data Scientist: chi ricopre questo ruolo si occupa di analizzare i trend socio-culturali, analizzare ed elaborare dati per poi tradurre le informazioni raccolte come un impatto sul business di una determinata azienda;

Chief Digital Officer: al quinto posto tra le professioni digitali più richieste, si occupa di coordinare i diversi canali digitali.

Lucca Comics 2016 ospiti, Animeland – Racconti tra Manga, Anime e Cosplay: un viaggio con i Kappa Boys

fantacalcio infortunati

Calendario Serie A 10a giornata orari, diretta tv e streaming gratis