in ,

Le selezioni di Miss Italia confermano che il Molise esiste

È in corso Miss Italia. Io non ne sapevo nulla, non accendo mai la tv e in ogni caso è proprio quel genere di trasmissione che guarderei senza audio. Ma durante le selezioni di quest’anno c’è stata una polemica che ha acceso i riflettori su una questione che supera in confini del concorso di bellezza più famoso d’Italia e tocca temi scottanti come la geografia della nostra penisola: l’esistenza del Molise. C’è infatti una corrente di pensiero per cui il Molise non esiste, è una regione fittizzia, forse più uno stato della mente che una parte d’Italia. Molisn’t, insomma.

Dubbi sulle selezioni di Miss Italia

Il punto è che un’aspirante Miss Italia ha inviato una mail a svariati quotidiani – tra cui anche UrbanPost – denunciando l’apartheid a cui sono sottoposte le ragazze molisane. Ecco i punti della tesi proposta dalla reginetta mancata.

1. Una quota delle concorrenti al concorso viene scelta su base regionale. A quello del Molise però hanno partecipato delle pugliesi.

2. Di conseguenza le selezioni regionali del Molise sono state vinte da sette pugliesi, una campana e una sola molisana (per giunta bassa, ci tiene a sottolineare l’autrice della missiva).

3. Quindi il concorso di Miss Italia è da annullare.

Ci ho riflettuto e anche io trovo indegni i primi due punti. Però la mia conclusione differisce da quella dell’aspirante reginetta. Secondo me il punto tre dovrebbe essere:

3. Quindi siamo sicuri che il Molise esiste, ma purtroppo le sue donne sono meno belle delle pugliesi.

Cira Antignano mamma di Daniele Franceschi italiano morto carcere di Grasse scrive a Matteo Renzi 13 settembre 2014

Morte Daniele Franceschi, ultimi aggiornamenti 13 settembre: la mamma Cira Antignano scrive a Matteo Renzi

Buon compleanno Mimì: concerto per celebrare la cantante Mia Martini il 20 settembre a Milano

Buon compleanno Mimì: concerto per celebrare la cantante Mia Martini il 20 settembre a Milano