in ,

Lega Nord, Matteo Salvini stravince le Primarie e Umberto Bossi medita l’addio

Giornata cruciale per il futuro della Lega Nord quella di ieri, domenica 14 maggio 2017. Le Primarie del Carroccio hanno dato responso positivo a Matteo Salvini: è stato riconfermato al ruolo di segretario con l’82,6% battendo la concorrenza di Gianni Fava. “Una sola parola: grazie. Abbiamo abbondantemente superato l’80% dei voti! Ora l’obiettivo è mandare a casa Renzi, Alfano, Boschi e Boldrini, bloccare l’invasione clandestina in corso, rilanciare lavoro e speranza in Italia. Se voi siete pronti, io ci sono. Insieme si vince!”.

—> Tutto sulla politica italiana con UrbanPost

Queste le parole pronunciate da Matteo Salvini sui principali social network dopo la vittoria alle Primarie della Lega Nord. Eppure non tutti sono felici di questo grande “successo politico” per il leader del Carroccio. Per esempio, il fondatore della Lega, Umberto Bossi, ha rilasciato dichiarazioni molto forti nella giornata di ieri. Prima ha dichiarato: “Salvini è la brutta copia di Renzi, anche per lui ‘prima il mio culo’. Se vince lui la Lega è finita.”

—> Tutto su Matteo Salvini con UrbanPost

Successivamente, dopo l’annuncio della vittoria di Matteo Salvini, Bossi ha così parlato a Il Giornale: “Valuterò la situazione. Ci sono migliaia di fuoriusciti dalla Lega, espulsi, che hanno messo assieme un partito a Milano. È abbastanza grande, sono in migliaia. Io potrei valutare la situazione, certo non lascerò che la richiesta di libertà del Nord finisca nel nulla.” Dunque, il fondatore della Lega Nord medita l’addio ed evidenzia come il Carroccio abbia avuto anche un calo di voti: “Non è vero, è calata. Io pigliavo 4 milioni di voti, ad ogni elezione il minimo era 4 milioni. I suoi sono sondaggi, i voti sono molti meno.”

packaging design

Packaging design: l’importanza del servizio per raggiungere il successo

missile corea del nord stati uniti

Nord Corea, testato nuovo missile: ecco cos’è l’Hwasong-12 che “avrebbe potuto colpire le basi USA”