in

Legge anti-anoressia in Francia: usare le modelle come capro espiatorio non è la mossa giusta

Non serve spremere troppo le meningi per capirlo, le modelle non possono essere usate come capro espiatorio per l’anoressia. La banalità del politicamente corretto sta sfuggendo di mano e questa volta il risvolto è ancora più grave. In Francia entrerà in vigore una legge anti-anoressia che obbligherà le modelle alte e slanciate a fornire un certificato medico ogni due mesi che attesti il loro stato fisico. Ciò su cui si punta è evitare che le agenzie di moda assumano ragazze troppo magre o denutrite, come se fosse la prerogativa o la caratteristica fondamentale per essere modelle. Ma è tutto completamente sbagliato. Ciò che fanno è servirsi di un luogo comune per alimentare ignoranza verso un problema, quello dei disturbi alimentari, ben più vasto, profondo e complesso.

L’abbiamo già spiegato, l’equazione modelle=anoressia è sbagliata. I disturbi alimentari hanno radici psicologiche più profonde di un palco su cui sfilano ragazze alte e magre. E di certo non basta l’immagine della donna che lo show business lancia ogni giorno per fare di una persona un soggetto che soffre di anoressia. Anoressia e bulimia sono di competenza dei medici e degli specialisti che se ne occupano; confondere chi tiene alla propria forma fisica con chi è realmente malato è un errore che potrebbe costarci molto caro.

Quello che servirebbe veramente, sia in Francia che nel resto del mondo, non è una legge anti-anoressia – iniziativa che somiglia più a una caccia alle streghe – ma un progressivo aumento dell’informazione, dei sintomi, dei contesti in cui la malattia si sviluppa. L’anoressia non insorge sulle passerelle, ma tra le mura domestiche, tra ragazze e ragazzi con disturbi dell’alimentazione e della propria immagine; è un lento suicidio che comincia dalla mente, non dal corpo, prende forma nella solitudine, lontano da mass media e riflettori. Ed è questo che dovrebbe essere insegnato, è su questi presupposti che bisognerebbe creare una ‘legge’ ad hoc o, per meglio dire, una via d’uscita per tutti coloro che da soli non ce la possono fare.

san leucio ragazzo trovato morto in un pozzo

Rapina a Torino: sparano al benzinaio mentre fuggono

Song to Song Trailer, il nuovo film in uscita di Terrence Malick