Vai al contenuto
Home » Home » Legge di Stabilità, Matteo Renzi: “Le Regioni devono farsi perdonare, facciano sacrifici”

Legge di Stabilità, Matteo Renzi: “Le Regioni devono farsi perdonare, facciano sacrifici”

18/10/2014 08:07 - Aggiornamento 18/10/2014 08:34

La manovra finanziaria da 18 miliardi varata dal governo Renzi farà discutere a lungo. Il premier lo aveva anticipato dal pomeriggio con un tweet, e poi lo ha riconfermato al Tg1: una manovra che, solo per la spesa corrente delle pubbliche amministrazioni prevede un taglio di 15 miliardi. Strada in salita, quindi, e il rischio che Comuni e Regioni operino un aumento delle tasse locali e il taglio di servizi sociali a danno dei cittadini.

Il premier se l’è presa con le Regioni: “I cittadini hanno già fatto sacrifici, ora tocca alle Regioni, che devono fare la loro parte perché hanno qualcosa da farsi perdonare”. In merito Renzi si è mostrato disponibile al dialogo: “Noi discutiamo con tutti, ma non prendiamoci in giro: una cosa è tagliare i servizi sanitari, che sarebbe inaccettabile, altra cosa è dire che magari si fa qualche asl in meno”.