in

Legnano: ragazzo di 30 anni sfregiato con l’acido dall’ex fidanzata

E’ accaduto ieri sera, martedì 7 maggio 2019, intorno alle 22 a Legnano in provincia di Milano l’ennesimo caso di violenza domestica. Questa volta vittima dell’acido è un ragazzo di 30 anni.

30 enne sfregiato dall'acido

leggi anche: Gessica Notaro sfregiata con l’acido, Tavares condannato: «Giustizia è stata fatta!»

I dettagli dell’agguato

Dopo una lite in strada tra due ex fidanzati, la donna, una 38enne, ha colpito al volo con l’acido il suo ex fidanzato di 30 anni. Il giovane è rimasto gravemente ustionato al viso e al torace e rischia di perdere un occhio. La donna si è poi costituita ai carabinieri ed è stata arresta per lesioni personali gravissime e atti persecutori e si trova in carcere.

Probabilmente la 38enne non aveva accettato la fine della loro storia e aveva raggiunto il ragazzo nella possibilità di convincerlo a tornare insieme. Non c’è stato verso e il giovane è rimasto fermo nella sua decisione. La donna presa dall’ira gli ha rovesciato addosso un bicchiere di acido, provocandogli ustioni di terzo grado al volto, al torace e alle mani, e rimanendo lievemente ustionata alle mani anche lei. E’ difficile classificare questo gesto come “incontrollato” e dovuto solo all’ira del momento, perché chi è che va in giro con un bicchierino d’acido? E’ facile pensare che sia stato un atto premeditato che sarebbe potuto cambiare se il ragazzo avesse accettato di tornare con lei.

acido sfregiato

leggi anche: Civitanova Marche: donna sfregiata con acido e accoltellata, chi è l’aggressore

Agguati con l’acido, una tragica escalation

La 38enne, sconvolta dal suo stesso gesto, non ha esitato ad andarsi a costituire. I Carabinieri, dopo averla portata al pronto soccorso, l’hanno arrestata. Rimaniamo perplessi di fronte alla facilità con cui l’amore si sta trasformando in violenza. Le persone sembrano sempre meno capaci di accettare un “no” come risposta. Manca sempre di più il rispetto dell’altro e questo atto è la dimostrazione che non è un problema solo dell’uomo nei confronti della donna, ma di tutti. (foto di repertorio)

Justine Mattera Instagram: il ricordo struggente dell’ex Paolo Limiti nel giorno del compleanno

“Otto e mezzo”, Matteo Salvini provoca Lilli Gruber. Lei replica: «Può restare a casa o al Ministero!»