in

Lele Mora malattia: «Non avrei voluto dare questo peso ai miei figli»

Lele Mora, uno dei più famosi manager e talent scout di Italia, ha deciso di raccontare della sua malattia e del passato in carcere al giornale Libero Quotidiano. La bella intervista a Mora lo mostra con una luce diversa dal solito, forse più umana e più fragile del solito. L’arroganza che l’ha contraddistinto in gioventù sembra aver lasciato lo spazio alla saggezza e alla calma. Ora quello che vuole Lele è solo passare il suo tempo assieme alla sua famiglia e alla persone che ama. E’ proprio durante quest’intervista che riceve cattive notizie dal suo medico.

lele mora malattia

Lele Mora la malattia

La sua carriera è iniziata tanti anni fa quando è passato da assistente di Loredana Bertè e Mia Martini a manager. Il più grande dono di Lele è riconoscere il talento degli altri. Questo gli ha permesso nel corso della sua carriera di prendere tanti ragazzi pieni di sogni e trasformarli in realtà portandoli sotto i riflettori. Proprio durante l’intervista rilasciata a Libero Quotidiano riceve un’importante telefonata dal suo medico. «Sì, il cancro è maligno ed è situato tra i polmoni ed i reni», afferma Lele dopo aver riattaccato. Gli occhi sono lucidi, ma ne parla con lucidità. Non sembra aver paura della malattia, ma la cosa che più gli pesa è dare una nuova sofferenza ai suoi figli. In passato Lele ha trascorso ben 407 giorni in carcere per bancarotta fraudolenta.

lele mora malattia


Leggi anche: Michael Schumacher oggi, come sta veramente: tutte le notizie vere e false

Il passato in carcere

Uno dei periodi più bui della sua vita, ma che forse gli ha insegnato tanto. «Tutte le mie cose erano chiuse in una sacco nero di plastica. Mi fu consentito di tenere soltanto l’ essenziale.La prima notte non mi pareva vero di trovarmi lì, su quel materasso vecchio, coperto da un lenzuolo ruvido come carta vetrata. Ho fatto tanti errori, come tutti. Eppure non ho rimpianti», sospira Mora. «Il peccato più grande è l’ arroganza. Ne ho avuta, mi sono sentito invincibile». La stessa colpa l’attribuisce Fabrizio Corona. «La detenzione lo ha peggiorato, ha sviluppato una rabbia che lo sta consumando», afferma a proposito del re dei paparazzi, che un tempo fu il suo segretario. Lele Mora è una persona che nella sua vita ha fatto grandi cose memorabili e grandi errori, ma da questi è riuscito a prendere profondi insegnamenti.

Michael Schumacher

Michael Schumacher oggi, come sta veramente: tutte le notizie vere e false

Alberto Moravia ed Elsa Morante storia d’amore: «Le chiavi di casa sua al primo appuntamento!»