in ,

Leo Messi rinviato a giudizio per frode fiscale: chiesti 22 mesi e mezzo di carcere

Il campione del Barcellona Leo Messi nell’occhio del ciclone per una presunta evasione fiscale di 4,1 milioni. L’avvocatura dello Stato spagnolo ha infatti chiesto per l’asso del calcio insignito quattro volte del Pallone d’Oro una condanna a 22 mesi e mezzo di carcere per “tre delitti contro il fisco” che sarebbero stati commessi  tra il 2007 e il 2009.

A rivelare la clamorosa notizia El Pais, che spiega come a pronunciarsi contro il noto calciatore sia un organo della giustizia spagnola diverso dalla Procura, che nei giorni scorsi, scagionando il campione perché ritenuto “non a conoscenza dei fatti”, aveva deciso di procedere solo nei confronti del padre del calciatore, Jorge Messi, con una richiesta di 18 mesi di carcere.

L’avvocatura dello Stato ha tuttavia ritenuto inverosimile che il calciatore sia all’oscuro dei fatti e ignori che parte del reddito derivante dai suoi diritti di immagine sia transitato da società con sede in paradisi fiscali come l’Uruguay o il Belize. Il giudice che segue il caso ha aperto un fascicolo su Messi e suo padre dopo aver ricevuto la segnalazione dall’agenzia tributaria, arrivando ad affermare che ci sono “fondati indizi criminosi” contro i due imputati i quali si sarebbero tuttavia dimostrati collaborativi in sede di indagine.

Un Medico in famiglia 10 anticipazioni

Un Medico in Famiglia 10 anticipazioni: un figlio segreto sconvolgerà i Martini

jennifer aniston, jennifer aniston mamma, jennifer aniston anni, jennifer aniston yellow birds

Jennifer Aniston, madre drammatica in Yellow Birds