in ,

LeOpzioniBinarie.it smaschera le truffe sul trading online

Come in molti altri settori, esistono numerosi predatori che cercano di trarre vantaggio dai nuovi arrivati, soprattutto se inesperti. Le autorità in merito hanno messo in atto protezioni nel corso degli anni e il mercato è notevolmente migliorato, rendendo tali truffe sempre più rare. Ciononostante ancora oggi le truffe di investimento che utilizzano piattaforme di trading online sono spesso promosse nel web e tramite i canali di social media. I truffatori in genere promettono alti ritorni e usano false sponsorizzazioni di celebrità e immagini di articoli di lusso per invogliare le persone a investire nelle loro truffe. Gli annunci si collegano quindi a siti Web dall’aspetto professionale in cui i consumatori sono persuasi a investire, sia attraverso un account gestito in cui l’impresa effettua negoziazioni per loro conto, sia facendo trading tramite la piattaforma dell’azienda.
La maggior parte dei consumatori riferisce inizialmente di aver ricevuto alcuni ritorni dall’azienda per dare l’impressione che il loro trading sia stato un successo. Saranno quindi incoraggiati a investire più denaro o presentare un amico o un familiare per investire. Tuttavia, alla fine i resi si interrompono, l’account del cliente viene sospeso e non vi sono ulteriori contatti con l’azienda.

Come evitare di essere truffati

Il primo passo da fare è controllare la posizione della sede centrale dell’intermediazione e ricercare da quanto tempo è in attività e dove sono regolati. Più informazioni si riescono a reperire meglio è. Il semplice atto di scoprire chi dovresti chiamare se ritieni di essere stato truffato, prima di investire con una mediazione, può farti risparmiare un sacco di potenziali grattacapi a posteriori. Se non riesci a trovare qualcuno da chiamare perché l’intermediazione si trova in una giurisdizione non regolamentata, di solito è una bandiera rossa e un segno che è meglio trovare alternative più regolamentate.

Broker disonesti? Non tutti, ecco l’esempio di 24Option

Sebbene il mercato forex non sia interamente non regolamentato, non ha un’unica autorità centrale di regolamentazione. Il mercato spot forex – il maggiore punto di negoziazione – non ha alcuna regolamentazione certa, questo da libero arbitrio ai broker disonesti di fare sciacallaggio su alcuni clienti, fino a truffarli. Oltre a cercare nel sito web del broker scelto, è il caso di trattare con uno che gestisce anche le negoziazioni di borsa e quindi è regolato dalla Securities and Exchange Commission (SEC) e Financial Industry Regulatory Authority (FINRA). Mentre il commercio di forex stesso potrebbe non essere regolamentato, un broker soggetto alla supervisione di SEC e FINRA probabilmente non rischierebbe la sua licenza per altri titoli frodando i suoi clienti forex. Come ci ricorda il sito LeOpzioniBinarie.it scrutando fra le opinioni su 24Option, questa piattaforma è diventata in pochi mesi una tra le società più conosciute tra quelle presenti nel panorama dei broker affidabili di opzioni binarie e adesso anche di trading cfd su criptovalute, azioni e forex. Certificata CySEC e legalmente riconosciuta dalla CONSOB è una piattaforma che tutela i suoi clienti e gli utenti più o meno esperti che si avvicinano al mondo degli investimenti forex online. 

 

sinisa mihajlovic torna ospedale

Sinisa Mihajlovic ha concluso il terzo ciclo di chemioterapia: «Finalmente si torna a casa»

Ignazio Moser Instagram, seminudo sulla neve: Cecilia Rodriguez furiosa