in

Dove fare l’Erasmus? I paesi europei più economici, dalla Spagna alla Germania

L’anno accademico ha preso il via. Molti studenti sono già partiti, mentre altri raggiungeranno le città e le università europee prescelte a partire da gennaio. Gli universitari che hanno intenzione di fare l’Erasmus durante l’anno accademico 2017/2018, invece, sono alle prese con la scelta della città più economica, dell’università estera più adeguata al corso di studio e così via. In questo caso, torna utile la classifica con i paese europei più economici.

Proprio all’inizio dell’anno, tra gennaio e febbraio, le università organizzano gli incontri utili agli studenti che necessitano di informazioni sull’Erasmus. Per iniziare a guardarsi intorno, ecco una classifica utile agli studenti universitari propensi a partire per vivere un’esperienza di studio all’estero come l’Erasmus: Uniplaces, la piattaforma online per lo student housing internazionale, ha stilato una classifica con i paesi europei più economici per fare l’Erasmus, dove il rapporto tra un’istruzione universitaria di qualità e la spesa mensile media di una studente risulta essere equilibrato.

Polonia: costo della vita inferiore rispetto agli altri paesi europei, ampia offerta formativa e presenza di città emergenti sono fattori che rendono la Polonia un paese economico ideale per chi intende fare l’Erasmus. Tra le migliori università, vengono menzionate University of Warsaw, Jagiellonian University, Adam Mickiewicz University, University of Silesia e Poznan University of Economics. Il costo delle rette universitarie va dai 2.000 ai 4.000 € all’anno. Un affitto costa circa €180-400 al mese. La stima della spesa mensile si aggira intorno ai €400 al mese.

Belgio: multiculturalismo, accoglienza verso gli studenti internazionali e la possibilità per gli studenti europei di usufruire di uno sconto sulle tasse universitarie, che si aggirano tra i a 610 e gli 830 €, fanno del Belgio un paese economico che vale la pena di scegliere per l’Erasmus. Universitè Libre de Bruxelles, College of Europe Bruges, Centre international de formation européenne ed United International Business Schools sono le migliori università del Belgio. Si stima una spesa mensile di circa €900-1.000 al mese.

Spagna: il prezzo delle stanze per studenti universitari è tra i più bassi in Europa, mentre le rette sono molto basse nelle università pubbliche. Tra le migliori, vengono menzionate l’Università di Barcellona, l’Università Complutense di Madrid, l’Università Autonoma di Barcellona, l’Università di Valencia e l’Università di Salamanca. La spesa mensile di uno studente in Erasmus in Spagna va dagli 800 ai 1.000 euro al mese.

Potrebbe interessarti anche “Dove fare l’Erasmus in Spagna: 5 città da scegliere

Olanda: rette basse, efficienza, attenzione per lo sport, livello medio dell’inglese e buona organizzazione per quel che riguarda i mezzi pubblici sono le qualità apprezzate dagli studenti che scelgono di fare l’Erasmus in Olanda. Le migliori università economiche sono Hague University, Tilburg University, Erasmus University, Maastricht University e University of Amsterdam, per una spesa mensile tra gli 800 e i 1.100 euro al mese.

Germania: dal 2005, le università pubbliche tedesche sono gratuite. Per l’affitto di una camera, la media dei prezzi oscilla tra i 400-500 al mese. Humboldt University Berlin, Free University Berlin, Berlin Technical University, Technical University of Munich e University of Hamburg sono i nomi delle migliori università in Germania. La spesa mensile di uno studente in Erasmus in Germania è di circa € 1000 nelle grandi città e di €500 in quelle più piccole.

Image credit: Uniplaces – Madrid

pranzo di natale 2016 menù vegetariano, pranzo di natale 2016 vegetariano, pranzo di natale vegetariano, menù vegetariano, natale 2016, menù natale 2016,

Pranzo di Natale 2016 menù vegetariano: ricette originali per sorprendere gli ospiti con gusto

Uomini e Donne gossip: Andrea Damante e Giulia De Lellis guadagno

Uomini e Donne, Giulia De Lellis vs Alfonso Signorini: la risposta sul presunto guadagno stellare di Capodanno