in ,

L’esigenza di unirmi ogni volta con te: recensione e conferenza stampa

L’esigenza di unirmi ogni volta con te è il nuovo film di Tonino Zangardi, interpretato da Claudia Gerini e Marco Bocci, che uscirà nelle sale cinematografiche il 24 settembre 2015. Si tratta della storia di Giuliana, una cassiera di supermercato, e Leonardo, un poliziotto. I due vivono una travolgente e improvvisa passione, che li porta a fuggire insieme lasciandosi alle spalle un tormentato passato: lei un matrimonio di dieci anni ormai stanco e spento, lui un’ex moglie adultera. Tutto ruota intorno alla lacerazione interiore vissuta dai due protagonisti, scissi tra l’irresistibile attrazione l’uno per l’altra e il senso di colpa per un amore clandestino.

Zangardi mette in primo piano la psicologia dei personaggi, tratti dal suo romanzo omonimo. Leonardo e Giuliana hanno, infatti, due modi differenti di viversi la loro storia d’amore: lui fa i conti con l’innamoramento per la prima volta dopo essere stato vittima del tradimento, mentre lei per la prima volta intraprende una relazione extraconiugale. La profondità con cui il tema è trattato si rivela nel forte realismo che caratterizza tutto il film, dal soggetto alla recitazione, alle scelte delle inquadrature. I lunghi silenzi che intercorrono spesso tra i due amanti danno modo allo spettatore di calarsi nei pensieri e nelle emozioni da essi provate, e gli danno il tempo di immedesimarsi nella loro vicenda emotiva.
L’intensità della pellicola è data dall’intreccio tra passionalità, razionalità, memorie del passato e aspettative per il futuro, tutti elementi che viaggiano nelle menti di ognuno di noi.

Il regista afferma che appena maturò in lui l’idea di trarre un film dal suo romanzo, L’esigenza di unirmi ogni volta con te, pensò subito a Claudia Gerini per interpretare il ruolo di Giuliana. In conferenza stampa il regista ha sostenuto di ritenere la Gerini una professionista di grande talento, che con questo ruolo è diventata un’attrice ancora più completa. Si tratta, infatti, di un personaggio molto intenso, che oscilla continuamente tra impulsi istintuali e calcolo razionale delle decisioni, conflitto che viene manifestato non solo negli atteggiamenti della protagonista ma anche dai suoi sguardi e da semplici gesti. La Gerini stessa ha dichiarato che è stata immediatamente entusiasta di interpretare un personaggio così approfondito: una donna qualunque di periferia, caratterizzata da una forte integrità, dimostrata dalle scelte che fa nel momento in cui si ritrova a vivere un nuovo amore, da subito intrecciato con la tragedia.

Barcellona Triplete documentario

Liga BBVA: con l’indipendenza della Catalogna, Barcellona fuori dal campionato

bere acqua e limone fa benissimo

Dieta pancia piatta: bere il limone con la cannuccia