in ,

Lettera a Babbo Natale: come scriverla con i bambini e inviarla

Si avvicina la Santa Festa del Natale, che celebra la Nascita del Bambin Gesù, della bontà, della generosità, ed è tra le feste cristiane una delle più importanti. Laicamente è una festa in cui si scambiano regali e, con i bambini, si attende Babbo Natale… l’omone cicciotto e sorridente dalla barba bianca che riceve le letterine dei bambini e parte con le renne a consegnare i doni richiesti. Prendiamo carta e pennarelli e cominciamo.

I bambini sono piccoli? Sui giornali, riviste, depliant pubblicitari, tagliamo le figure di quello che vorrebbero, forbicine con la punta arrotondata e colla… incolliamo su un foglio grande. Non omettiamo di scrivere la prima frase, CARO BABBO NATALE, quest’anno sono stato buono e credo di meritarmi uno o qualcuno di questi doni. E mentre lo si scrivere, chiedere al pupo: sei stato davvero buono? Il bambino sa scrivere? Insegneremo che una lettera inizia con CARO, CARISSIMO… e poi, lasciamolo sbizzarrirsi. Lasciamo che si esprima come meglio crede. Ci meraviglieremo nel leggere poi le sue richieste. Da un’unica cosa, a libri, ad una lista pazzescamente lunga. E le sue promesse di diventare più buono. Ricordarsi di farlo firmare alla fine.

Imbustiamo e scriviamo indirizzo e mittente: Santa Claus Office, FIN-96930 Arctic Circle, Finland. Mettiamo il francobollo e andiamo insieme a spedirla. Da quell’ufficio prima o poi arriverà la risposta alla lettera… ma qualcuno di quei doni certamente il giorno di Natale, puntualmente, ci sarà sotto l’albero.

Photo Credit: Milles Studio / Shutterstock

Pensioni 2017 news: flessibilità, Lavoro di cura, donne qui risposte darà il Governo?

Riforma pensioni 2016 ultime novità: part-time over 63, esodati, no tax area e Opzione Donna, come cambierebbero alla Camera

Capgemini offerte lavoro 2015

Capgemini lavora con noi 2015-2016: 43 offerte di lavoro in tutta Italia