in ,

Ritrovata la lettera che Cristoforo Colombo scrisse dopo aver scoperto l’America

Non lo sapeva ma lo sperava: Cristoforo Colombo sancì l’avvento dell’Era Moderna il 12 ottobre 1492 quando – per errore dato che puntava altrove – scoprì l’America. Era verboso, ambizioso, devoto servitore della Chiesa e cosciente della portata della sua scoperta che cristallizzò nel tempo mediante una lettera relativa a quella straordinaria scoperta, che venne stampata nel 1493. Si tratta, inutile dirlo, di un documento di inaudito valore storico.

La missiva è stata, successivamente, trafugata dalla biblioteca Riccardiana di Firenze per finire nella biblioteca del Congresso di Washington, che l’aveva acquistata da una casa d’arte per la cifra, sottostimata, di 400 mila dollari. Secondo gli esperti, il documento vale invece almeno 1 milione di dollari. Gli Stati Uniti, informati dai carabinieri dei Beni culturali, hanno dovuto restituire all’Italia il documento.

Oggi, alle ore 11 a Roma, presso la Biblioteca Angelica, le forze dell’ordine hanno reso noti i dettagli delle attività investigative che hanno portato al sensazionale ritrovamento grazie alla collaborazione tra Italia e Stati Uniti nella lotto al traffico illecito di beni culturali. In rappresentanza degli Usa, come garante delle loro buone intenzioni nel riparare al torto storico perpetrato, ha partecipato anche l’ambasciatore Usa in Italia John R. Phillips.

 

 

Gigi Buffon Ilaria D'Amico

Gianluigi Buffon e Ilaria D’Amico gossip: nozze in arrivo?

Paola Ferrari in bikini, 55 anni e non mostrarli: prova costume superata [FOTO]