in ,

Letteratura: si è spenta Nadine Gordimer paladina anti-apartheid

Se ne è andata Nadine Gordimer una delle più grandi scrittrici sudafricane e nel 1991 Premio Nobel per la Letteratura. Si è spenta a 90 anni, da sempre attivista per i diritti umani e delle voci più influenti contro l’apartheid. La famiglia, in un breve comunicato, ha riferito che la Gordimer è morta “serenamente” nella sua casa di Johannesburg, con al suo fianco i figli Ugo e Oriane e dopo una lunga malattia: un tumore al pancreas che l’aveva colpita. Per questo motivo aveva abbandonato la scrittura e la sua attività d’intellettuale perché le forze cominciavano a mancarle. Premio Nobel

È grazie alla sua “scrittura magnifica ed epica” che Nadine Gordimer vinse il Nobel, come si legge nella motivazione della giuria. Una minuta, elegante e caparbia paladina contro ogni forma di razzismo e al fianco degli ultimi della Terra. Per questo scrisse e ha inveito contro il “razzismo istituzionale” del Sudafrica prima di Nelson Mandela del quale era grande amica. Inoltre si è iscritta all’African National Congress, il partito ancora fuorilegge di Madida e si battuta per i malati di Aids, piaga endemica del Paese.

A 14 anni risale la primissima opera di Nadine, un racconto. Del resto per la scrittrice le “short stories” erano il genere ideale per la frenesia dei tempi. Ad oltre sessant’anni fa risale l’esordio, era il 1953 quando la Gordimer in patria pubblicò un romanzo di formazione decisamente autobiografico di una giovane donna bianca che vive in un Paese dilaniato dai diversi colori di pelle. L’ultima opera della Gordimer arrivata in Italia è “Racconto di una vita” (edito da Feltrinelli come tutti i suoi altri libri). Sono le storie commoventi e sconosciute, lunghe molti decenni che hanno descritto i numerosi problemi ma anche le speranze del Sudafrica.

Anna Oxa vittima di stalker da 15 anni: “100 telefonate al giorno, giustizia assente!”

Aldo e Alessia insieme U&D e poi

Uomini e Donne, Aldo Palmieri e Alessia Cammarota in crisi: fine settimana separati, paura tra i fan