in ,

Liberalizzazione cannabis, il sì di Ignazio Marino

Liberalizzare la cannabis per uso terapeutico o personale: è questo il pensiero che primo cittadino di Roma Ignazio Marino ha espresso in occasione dell’ottava Annual Conference of the International Society for the Study of Drug Policy. A spingere il Primo Cittadino a pronunciarsi favorevolmente alla depenalizzazione della droga, sarebbero sia il fallimento della politiche proibizioniste di questi anni sia la lotta alla criminalità organizzata, che vedrebbe minate parte delle proprie attività se la cannabis fosse legalizzata.

cannabis

A sostenere il Sindaco in prima linea c’è Gianluca Peciola, portavoce di Sel a Roma. Ma, come prevedibile, non si sono fatte attendere le voci dissonanti. Il capogruppo della lista CittadiniXRoma Gianluca De Paolo è scandalizzato che il sindaco abbia inserito tra le proprie priorità la legge sulla riforma delle droghe. Anche Dario Rossin di Forza Italia accusa Marino di “agevolare le dipendenze”, anziché dare l’esempio di “nobile padre” di famiglia.

Contrario anche Giuseppe Cangemi, consigliere del Nuovo centrodestra della Regione Lazio, che richiama il Sindaco ai veri problemi della città, ovvero “buche killer, rifiuti, spacciatori, ambulanti e movida violenta”.

(fonte: La Repubblica)

Seguici sul nostro canale Telegram

Fidel Castro e la vita segreta da capitalista: l’ex guardia del corpo racconta il lider maximo

incidente ferroviario germania

Francia, scandalo ferrovie per errore di progettazione