in ,

Libia trovati 36 cadaveri: sono jihadisti giustiziati con colpi di arma da fuoco, aperta inchiesta

Libia: trovati i cadaveri di 36 persone nei pressi di Bengasi, nella Libia orientali. Si tratterebbe di persone giustiziate con colpi d’arma da fuoco. Il ritrovamento dei corpi è avvenuto per l’esattezza nella regione di al Abyarm, a circa 70 km a est di Bengasi, una zona controllata dal capo militare Khalifa Haftar. Le vittime sarebbero presunti jihadisti, tra i quali 19 di nazionalità straniera.

Dopo il rinvenimento la missione Onu in Libia ha chiesto l’apertura di un’inchiesta per far luce sulla vicenda, e Haftar ne ha annunciato l’avvio. A dare conferma dell’accaduto, oggi 29 ottobre, un responsabile dei servizi di sicurezza.

Potrebbe interessarti anche —> Denis Bergamini news nuova perizia: il calciatore “morto per soffocamento”, è svolta?

La missione Onu in Libia ha “condannato con la più grande fermezza il crimine odioso che ha portato alla morte di almeno 36 persone”. Aperta un’indagine “per identificare e arrestare gli autori di questo “crimine” e determinare se le vittime erano prigionieri delle sue forze o no”, lo riferisce l’agenzia Lana, leale alle autorità dell’Est. Condanna anche a Tripoli dal Governo d’unione nazionale (Gna), giudicando  “crimine odioso e atto terribile” l’accaduto, e annunciando a sua volta l’apertura di un’indagine.

Grande Fratello Vip 2

GF Vip 2 Giulia De Lellis parla con Ignazio Moser: “Non è che determinate confidenze te le sei prese da solo” (VIDEO)

Fedez Instagram

Chiara Ferragni incinta: Fedez su Instagram canta al pancino della fashion blogger