in

Libri: la nuova tendenza è quella dell’erotico

Nell’ultimo anno si stanno moltiplicando le vendite dei libri erotici e con “Cinquanta sfumature di grigio”, con oltre 70 milioni di copie vendute in tutto il mondo, il romanzo erotico sembra essere la vera tendenza di questo periodo. Sotto l’ombrellone, infatti, pare proprio che siano state le storie calde e passionali ad impazzare e tra i romanzi erotici più consigliati e letti compare la trilogia firmata Irene Cao: “Io ti guardo”, “Io ti sento” e “Io ti voglio”, una trilogia erotica tutta all’italiana.  Insomma, lo sfondo “hot” dei nuovi romanzi rosa sembra avere davvero un successo incredibile, tanto che sono sempre più quelli disponibili e scaricati in formato e-book.

libri

Tale successo potrebbe prendere piede anche in ambito cinematografico, dato che, come si dice da tempo, il romanzo di E.L. James,”Cinquanta sfumature di grigio”, sarà presto un film e sarà visibile sui grandi schermi l’estate prossima. Già impazzano i pettegolezzi sui papabili protagonisti del tanto atteso film, soprattutto circa l’interprete maschile: qualcuno assicura che Christian Grey sarà Robert Pattinson, il bel vampiro della saga di “Twilight”, altri, invece, parlano di Ian Somerhalder, il protagonista di “The Vampire Diaries”.

Eppure, così come accade ogni qual volta si diffonde una nuova tendenza, che in questo caso sarebbe più appropriato definire cultura verso l’eros, non mancano le polemiche. Secondo alcuni sociologi americani, infatti, il ciclo di romanzi erotici di E.L.James tende a dare una visione quasi glamour degli abusi sulle donne,vero e proprio problema sociale americano. Insomma, per molti “50 sfumature” renderebbe quasi normale la violenza sulle donne, incentivandola e lanciando un messaggio errato ai lettori. Sarà vero? Intanto una cosa è certa, niente più vergogna in libreria o in biblioteca verso un romanzo erotico, dato che leggerne uno non provoca più inibizione ma, al contrario, fa tendenza.

Letta: tagli su auto blu e voli di Stato, così il governo tenta di diminuire la spesa pubblica

Obesità: ecco come in America Michelle è riuscita a ridurla