in

Licciardi tragicomico: pene finto per evitare test antidoping

Non deve essere stata una bella esperienza quella di Devis Licciardi. Il campione dell’Aeronautica Militare aveva appena finito di correre i campionati Italiani individuali 10 km assoluti su strada.

Come alla fine di ogni gara, c’è stato il controllo antidoping, ma, in questo caso, la scena che si è rivelata agli addetti ai lavori è stata davvero ridicola.

Devis Licciardi

Il corridore, infatti, ha tentato di eludere i controlli in maniera davvero bizzarra. Lontano da occhi indiscreti, ha provato a versare all’interno dell’apposito contenitore dell’urina priva di agenti dopanti. Stramba non è l’azione, ma il mezzo: un pene finto.

La giustizia sportiva è stata messa immediatamente in moto ed ora il corridore rischia grosso. La sua carriera potrebbe subire una brusca interruzione e il suo nome sprofondare in un baratro profondissimo.

L’evento, accaduto a Molfetta (BA), dimostra come nel mondo dello sport bisogna stare sempre attenti, anche nei confronti degli atleti affermati. La paura è quella di assegnare titoli di valore a persone che hanno barato e che in realtà non li meritano.
Ci si aspetta già una reazione durissima per quanto riguarda i controlli antidoping da parte del CONI.

Seguici sul nostro canale Telegram

Lo zucchero crea dipendenza: nasce l’idea di tassarlo

Giovani ribelli Kill Your Darlings

Daniel Radcliffe: bagno di folla per il divo di “Giovani ribelli – Kill Your Darlings” (Video)