in ,

Licenziata per un tatuaggio: lo sfogo su Facebook di una ragazza 27enne

Colloquio, assunzione, licenziamento, il tutto in tempo record. Sono bastati 30 minuti per cacciare via una ragazza 27enne originaria del Galles. Secondo il racconto riportato su Facebook, sarebbe stato un ampio tatuaggio a causare il rapido licenziamento della giovane che, non contenta e inferocita, ha deciso di rendere pubblico l’episodio. “Ho trovato lavoro oggi! E poi, dopo mezz’ora sono stata licenziata“, ha scritto la donna sui social.

Claire Shepherd, mora e occhi azzurri, è una avvenente ragazza in cerca di lavoro, con un’ampia esperienza alle spalle. L’azienda “Dee Set”, dopo aver visionato il suo curriculum, l’ha subito assunta, inviandole una mail contenente le regole di comportamento. Tra esse anche il divieto di avere tatuaggi visibili. “Ho inviato una lettera ai capi spiegando che ho un tatuaggio e che ero pronta a iniziare subito il mio nuovo lavoro“.

Ma la ditta non l’ha presa bene. “Mi hanno risposto dicendo che ero stata licenziata a causa del tatuaggio. Sono sconvolta. Come si può discriminare una persona per un simile motivo?“. Claire, oltre a essere bella, è anche molto intelligente. Sei anni di esperienza nel settore manageriale e tanta buona volontà basteranno a farle ritrovare un lavoro. E di certo un tatuaggio di troppo non la fermerà.

Foto tratte dal profilo Facebook di Claire Shepherd

Vacanze al mare ottobre 2015: 5 offerte da non lasciarsi scappare

Vacanze al mare ottobre 2015: 5 offerte da non lasciarsi scappare

Baggio incontra Balotelli

Milan, Roberto Baggio incontra Mario Balotelli: la gioia dell’attaccante rossonero su twitter