in

Lilli Gruber, Michele Santoro e Maurizio Crozza non vanno in Rai, restano a La 7

A leggere la notizia di ieri, se dove realizzarsi, sarebbe un fulmine a ciel sereno, a lanciare l’indiscrezione è stato Carlo Tecce su Il fatto quotidiano, a quanto pare potremo trovare Lilli Gruber, Michele Santoro e forse anche Maurizio Crozza sugli schermi delle reti Rai e non più su La7, che da poco ha cambiato editore.

crozza

Per quel che riguarda la conduttrice di Otto e mezzo, ha il contratto scaduto lo scorso 31 marzo e non ha ancora ricevuto trattative per un rinnovo da parte del nuovo editore Urbano Cairo, la Gruber quindi avrebbe le mani libere e potrebbe ritornare in Rai nella prima rete, dopo molti anni passati al Tg1.

A seguire la Gruber ci sarebbe anche Michele Santoro che nonostante gli alti ascolti che porta a La7, che non ha ancora contattato il teletribuno per un rinnovo dell’esperienza, al momento starebbe pensando al ritorno in Rai portando a traguardo l’esperienza di Servizio pubblico, Santoro non ha mai nascosto il suo “amore” per Mamma Rai e sicuramente tenterà di rientrare portando la sua ultima esperienza partita nel 2011 dopo la cacciata dalla Rai gestita dal centrodestra da Masi e Lei, a patto che l’azienda lo lascia lavorare più liberamente e più serenamente rioccupando il giovedì sera di Rai2, con l’approfondimento giornalistico di prima serata che, a parte Gianluigi Paragone con L’ultima parola da sempre candidato numero uno, non ha mai trovato un sostituto all’altezza.

Non solo Gruber Santoro, a seguire i due giornalisti potrebbe esserci anche Maurizio Crozza che oltre a fare la copertina di Ballarò potrebbe traslocare anche il suo “paese delle meraviglie” nelle reti del servizio pubblico, il comico genovese potrebbe approdare nella prima serata di Rai1. La partenza di Crozza potrebbe avvenire nel caso arrivo Piero Chiambretti nella rete di Cairo, che pare sia cosa fatta anche se lo stesso showman non conferma ne smentisce.

Ma il nuovo editore a il Corriere della sera dichiara:

Non mi risulta questa fuga di star, sono in ottimi rapporti con tutti loro. So che sono dispiaciuti per queste notizie. Questa è una rete che perde un sacco di soldi e non so se sarà risanabile in tempi brevi, ma si può fare un buon lavoro. Qualcuno però forse ha paura, mette le mani avanti. Conosco il mondo dello spettacolo: gli agenti, quando devono negoziare o rinegoziare i contratti dei propri assistiti, usano varie tecniche…”

Cairo non vuole mollare le star della sua rete alla concorrenza e sul capitolo Chiambretti dichiara:

“Non ci siamo sentiti, ancora. Lui è molto bravo, ma è ancora legato a Canale 5 e poi bisognerebbe capire che programma fargli fare”.

Inoltre c’è l’intenzione di valorizzare i programmi interni promuovendo le conduttrici Myrta Merlino Tiziana Pannella in altre fasce della programmazione dove La7 è carente.

“Anche la mattina ci sono due conduttrici brave e penso siano da lanciare. Fanno ascolti tra il 7 e il 10 contro programmi consolidati di Rai e Mediaset”.

Insomma c’è un delirio di indiscrezioni sui palinsesti autunnali di tutti i canali e si sa che se si muove una casella se ne sposterà un’altra creando una reazione a catena e anche tanta confusione, come sempre per avere le idee chiare è meglio aspettare le presentazioni dei palinsesti a giugno.

Written by Tommaso Tiepolo

Nato a Mirano (VE), classe 1993.

Blogger, studente, atleta, fotografo e sbandieratore. Appassionato di televisione, un piccolo curriculum che va da: analista del programma RAI Tv Talk, stagista a Rete Veneta come montatore e cineoperatore, autore per il sito Fanpage e adesso blogger per Urban Post.

Ogni tanto bazzica per Rai2 a L'ultima parola, dove partecipa all'anteprima web e in trasmissione come pubblico; non solo preferisce andare come semplice spettatore a Quelli che trasmissione preferita da quando a condurla c'è Victoria Cabello.

Il suo sogno? Fare la televisione!

Le Veline di “Striscia” Alessia e Giulia licenziate, saranno sostituite a settembre

America’s Cup a Napoli: date, imbarcazioni ed eventi