in

Lilli Gruber si racconta: «Jacques è il mio grande amore, ci incontrammo a Baghdad!»

Chiunque voglia accostarsi al mondo del giornalismo ha fatto i conti con Lilli Gruber, all’anagrafe Dietlinde Gruber, inviata di guerra per le più importanti testate, che come nessuna ha saputo essere «gli occhi» e «le orecchie» del pubblico. Lilli Gruber c’era quando veniva preso a colpi di piccone il muro di Berlino nel 1989 e c’era anche a raccontare il duro conflitto in Iraq. La voce calda e le sciarpe, usate talvolta a mo’ di chador, ne hanno fatto un’icona. Giornalista, conduttrice, scrittrice, Lilli Gruber ha dedicato buona parte della vita alla carriera, senza tuttavia sacrificare se stessa e il suo privato.

A Vieni da me prima, a Che tempo che fa poi, Lilli Gruber ha parlato del suo grande amore, un affascinante francese conosciuto diverso tempo fa: «Mi sono sposata molto tardi, a circa quarantatré anni, perché fino a quel momento ero stata contraria al matrimonio, poi però mi sono innamorata follemente di lui e ho cambiato decisamente idea!». Un colpo di fulmine quello con Jacques Charmelot? Non proprio ed è stata la stessa Lilli Gruber a rivelare i dettagli sul loro primo incontro: «Io e Jacques ci siamo conosciuti a Baghdad e, devo essere sincera, né io né lui eravamo proprio liberissimi sentimentalmente. Lui non sapeva minimamente chi fossi. Comunque sia abbiamo avuto la forza di aspettarci, dopodiché è sorto un grande amore tra noi!».

Un uomo che ha saputo conquistarla piano piano e che soprattutto riesce a sorprenderla giorno per giorno, a farla ridere: «È un francese, ma non è il classico francese insopportabile perché ha studiato negli U.S.A.. Anzi, devo dire che è un tipo molto simpatico e intelligente, soprattutto mi fa parecchio ridere e questo è importante perché delle volte posso essere davvero un tipo un po’ pesante!».

La giornalista dallo sguardo di ghiaccio, conduttrice oggi del programma di successo Otto e mezzo, ha voluto poi smentire alcune voci, che in passato l’hanno fatta soffrire e non poco: « Per avere dei figli bisogna anche avere al proprio fianco l’uomo giusto per farli e per me non è stato così. In ogni caso quello che si dice in giro sul mio conto sono tutte falsità. Non è affatto vero che non ho voluto fare figli per dare spazio alla mia carriera professionale. Sono menzogne!».

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Giusy Pepi scomparsa a Vittoria: il mistero di una madre di 5 figli che sparisce senza dare spiegazioni

La terribile morte della piccola Mallory, parla il padre: «Per un neonato può essere fatale!»