in

Linguaccia, che passione! Incalza sul web la moda delle smorfie

Quante volte, da bambini, venivamo rimproverati dai genitori che inorridivano alla prima fuoriuscita della nostra innocente lingua, tirata fuori un po’ per noia un po’ per divertimento, quasi a sfidare il bimbo di fronte a chi la teneva più lunga.

smorfie

Oggi la linguaccia è la più gettonata delle smorfie fotografate dallo smartphone e subito pubblicato sui social network più popolari. Occhi strabici, risate bizzarre, labbra chiuse in modo strano, guance gonfiate tipo pesce palla, per non parlare di occhi strizzati o sbarrati tipo film horror o sensuali bacetti dati con il dito.

Eppure quella delle linguacce non è figlia di Facebook o di Twitter quanto di un autorevolissimo ed educato personaggio dello scorso secolo, il più famoso degli scienziati: Albert Einstein. Famosissima è la foto che lo ritrae divertito con la lingua da fuori, mostrata nel lontano ’51 ad un assillante fotografo, durante una visita all’Università di Princeton, dove era stato invitato per festeggiare i suoi 72 anni.

albert-einstein-111

Dopo lo sdoganamento della linguaccia, da parte dell’ideatore della teoria sulla relatività, le smorfie facciali sono diventate un gesto da vip, che coinvolge persone dello spettacolo, dello sport, della musica e perfino della politica. Impazza sul web la recente foto del Presidente francese Francois Hollande che, durante una visita ad una scuola, alle fotocamere dei piccoli fotografi si è esibito una espressione facciale per nulla autorevole. Ovviamente, come per le migliori stars, la foto è finita immediatamente sul web.

Ma sui profili di Facebook  non sono solo lingue, occhi storti ed espressioni mimiche degne del grande Jim Carrey ad apparire come foto rappresentative: anche animali domestici di casa nostra vengono pazientemente immortalati in sbadigli, linguacce o espressioni buffe, a volte simili a quelle dei propri padroni.

foto-di-un-gatto-che-fa-la-linguaccia

E così, dopo lo sfoggio del fisico in costume più bello dell’estate, del bacio più profondo, della risata più luminosa, tocca alla linguaccia gareggiare per la top-teen dei “Mi piace” sul web. Magari, come trofeo, si potrà vincere il logo dei Rolling Stone. Per chi non ce l’avesse presente, si tratta di una linguaccia!

Seguici sul nostro canale Telegram

anticipazioni il segreto

Anticipazioni Il segreto lunedì 9 settembre: Pepa rivela ad Alberto il suo segreto

Possibile eruzione Vesuvio: tra allarmismo e statistica