in

Lo zucchero crea dipendenza: nasce l’idea di tassarlo

“Potrebbe sembrare esagerato e forzato, ma lo zucchero è la più pericolosa droga di questi giorni ed è facile da ottenere”: queste le parole di  van der Velpen  pubblicate su un sito pubblico dedicato alla salute. Secondo l’esperto esso crea  dipendenza quanto quella dal tabacco, da cui è difficile liberarsi.  Pertanto “così come per le etichette sul fumo, anche le bevande analcoliche e i prodotti dolci dovrebbero riportare l’avvertenza che lo zucchero crea dipendenza ed è pericoloso per la salute”.

Le affermazioni di van der Velpen non sono basate sul nulla, anzi già in passato numerose ricerche ed esperimenti hanno dimostrato che un consumo eccessivo di zucchero può realmente causare dipendenza. Inoltre un’alimentazione ricca di dolci e merendine  è una delle cause principali di malattie croniche come diabete e obesità che, oltre a minacciare la salute degli individui, sono anche un’importante peso in termini di costi per il servizio sanitario nazionale, specialmente in un momento in cui molti governi stanno cercando di risparmiare denaro pubblico.

zucchero1

Se da una parte fare esercizio fisico è una buona strategia per perdere peso, dall’altro van der Velpen sostiene che cambiamenti nella dieta possano essere più efficaci e che, mentre mangiare grassi e proteine permette di fermarsi nel momento in cui ci si sente pieni, quando si addentano degli zuccheri è difficile fermarsi prima di avere mal di pancia o mal di stomaco.

Il capo del servizio sanitario di Amsterdam, quindi, suggerisce addirittura di trattare questo alimento come l’alcol e tabacco, proponendone una tassazione per scoraggiarne il consumo e una limitazione alle quantità che possono essere aggiunte nei cibi processati, anche al fine di evitare overdose pericolose per la salute.

Seguici sul nostro canale Telegram

Dieta per il sistema immunitario: tanta uva e mirtilli

Licciardi tragicomico: pene finto per evitare test antidoping