in

Lombardia e Lazio le regioni più tassate d’Italia, ultima la Sicilia

L’Ufficio studi della Cgia, associazione di artigiani, ha condotto una ricerca per stabilire i contribuenti più tartassati d’Italia, mettendo a confronto il gettito fiscale versato dai lavoratori dipendenti, dagli autonomi, dai pensionati e dalle imprese di tutte le Regioni italiane. A risultare al primo posto di questa classifica è la Lombardia con 11.386 euro versati annualmente da ogni contribuente. Segue il Lazio con 10.736 euro e l’Emilia Romagna con 10.490 euro.

I cittadini del Trentino versano all’erario 10.333 a testa, mentre i residenti della Liguria 10.324. In fondo a questa classifica troviamo la Campania con 6.041 euro per ciascun residente, i calabresi con 5.918 e ultimi i siciliani con 5.998. La media italiana equivale a 8.824 euro per ciascun cittadino residente. Di questi 8.824 euro della media pro capite, 7.124 (80,7%) arrivano nelle casse dello Stato centrale, 902 (10,2%) alle Regioni e il restante 798 (9%) agli Enti locali.

Secondo Giuseppe Bortolussi dell Cgia di Mestre: “Questi dati dimostrano come ci sia una corrispondenza tendenzialmente lineare tra il gettito fiscale, il livello di reddito e, in linea di massima, anche la qualita’-quantita’ dei servizi offerti in un determinato territorio. Dove il reddito e’ piu’ alto, il gettito fiscale versato dai contribuenti e’ maggiore e, in linea di massima, gli standard dei servizi erogati sono piu’ elevati. Essendo basato sul criterio della progressivita’, e’ ovvio che il nostro sistema tributario pesa di piu’ nelle regioni dove la concentrazione della ricchezza e’ maggiore

Carlos Tevez

Juventus – Milan 3-1 diretta live Serie A, risultato finale

La Juve in campo contro la Samp

Juventus – Milan 3-1 video gol Serie A, sintesi e highlights