in ,

Lombardia, fanghi tossici sversati sui terreni agricoli: 6 arresti

Eseguite dai carabinieri del gruppo per la Tutela dell’Ambiente di Milano, nella prima mattina di oggi, martedì 12 luglio, 6 ordinanze di custodia cautelare agli arresti domiciliari, nell’ambito di un’indagine svolta dalla Polizia Provinciale di Lodi e coordinata dalla Procura della Repubblica di Milano.

Gli avvisi di garanzia sono stati emessi “a carico di appartenenti a strutturata organizzazione criminale facente capo ad imprenditori operanti nel campo del trattamento e recupero rifiuti che, unitamente ad alcune aziende di trasporto ed agricole compiacenti, attraverso vari meccanismi smaltivano illecitamente mediante spandimento al suolo ingenti quantità di fanghi da depurazione”, recita il comunicato dei Carabinieri impegnati nell’indagine.

Sarebbero complessivamente 11, a seguito di perquisizioni e sequestro di beni disposti dal Gip, le persone coinvolte ed indagate a vario titolo nell’inchiesta. L’accusa per loro è di traffico illecito di rifiuti: fanghi tossici per un totale di 110 mila tonnellate smaltiti illecitamente tra il 2012 e il 2015 in numerosi comuni delle provincie di Lodi, Cremona e Pavia. “Sono finiti in manette R.E.V., Amministratore Unico della C.R.E. S.p.A. e A.C., A.F., M.B., G.V. e G.T. , tutti dipendenti della società”.

Usa, Berrien: ruba la pistola ad un poliziotto e apre il fuoco, morti due ufficiali giudiziari ed un detenuto

palma di montechiaro bambino annegato

Agrigento, tragedia a Palma di Montechiaro, bambino di 5 anni annega in mare