in ,

Londra attacco terroristico: terzo killer fu fermato a Bologna, la madre è in Italia

Londra attacco terroristico: il terzo killer fu fermato a Bologna, la madre è in Italia. Dopo quelli di Khuram Butt, 27 anni, originario del Pakistan, sposato con figli, che secondo le indiscrezioni sarebbe il capo della cellula che ha colpito sabato sera, e di Rachid Redouane, 30enne che si definiva “marocchino-libico”, Scotland Yard ha diffuso anche il nome del terzo terrorista autore delle strage di sabato scorso a Londra.

Si tratta di Youssef Zaghba, già segnalato dalle autorità italiane, l’attentatore (ucciso dalla polizia insieme agli altri membri del commando Isis) era di padre marocchino e madre italiana. Nato nel 1995 venne fermato a Bologna – dove viveva la madre e dove la donna si troverebbe ancora – nel 2016 mentre cercava di imbarcarsi su un volo per la Turchia, da dove avrebbe raggiunto la Siria.

Youssef Zaghba:

Londra attacco terroristico: polizia diffonde identità di due attentatori

Il fermo era avvenuto il 15 marzo 2016 all’aeroporto Marconi: il sospettato aveva con sé soltanto uno zaino e un biglietto di sola andata per Istanbul. Gli furono sequestrati il passaporto e il telefonino all’interno del quale erano presenti immagini e video di contenuto religioso. Poi la conseguente denuncia per terrorismo internazionale, dalla quale però era stato prosciolto per insufficienza di prove che lo legassero al fondamentalismo islamico e allo Stato Islamico. Tuttavia fu segnalato come sospetto “foreign fighter” dalla sicurezza italiana sia alle autorità britanniche sia a quelle marocchine.

La seconda notte di nozze su Rai3

RisorgiMarche concerti gratis estate 2017, Neri Marcorè coinvolge gli artisti italiani per le popolazioni colpite dal Terremoto: ecco la line-up

Attacchi di panico e ansia per il futuro, la colpa in un area del cervello troppo cresciuta

Attacchi di panico e ansia per il futuro: la colpa è di un’area del cervello