in

Londra: cosa vedere? 7 luoghi che fanno impazzire i creativi e non solo [FOTO]

Magnetica, eclettica e radical chic: siamo pronti a scommettere che anche voi siate rimasti stregati dal fascino di Londra, al punto da non aver disdegnato una seconda visita. Se siete in cerca di ispirazione per il prossimo itinerario londinese, lasciatevi sedurre da questi 7 luoghi inediti eppure imperdibili, raccontati e fotografati per noi in esclusiva dal designer Alessandro Zulberti (creativo italiano “adottato” dalla City).

1. Newport Street Gallery. Più che una galleria, sarebbe opportuno parlare di una istituzione. Il museo di Damien Hirst è destinato a diventare una tappa d’obbligo per chi vuole avvicinarsi al mondo dell’arte contemporanea londinese. Imperdibile una visita al negozio di oggettistica hirstiana.

#newportstreetgallery #pharmacy2 #artgallery #london #damienhirst

Una foto pubblicata da Alessandro Zulberti (@ale_zulberti) in data:

2. Dalston Eastern Curve Garden. A soli 5 minuti a piedi dalla stazione Overground Dalston Junction, potrete immergervi in un vero e proprio angolo di paradiso, dove concedersi una pausa rilassante lontani della frenesia della city: un grande parco, che pure ricorda nei connotati più un giardino privato.

#lunchtime #DalstonCurveGarden #dalston #garden #london #londonlight

Una foto pubblicata da Alessandro Zulberti (@ale_zulberti) in data:

3. St John-at-Hackney. Costruita nel 1792 nei pressi di una precedente chiesa medievale di cui ora resta solo la St Augustine’s Tower, la chiesa merita di essere visitata sia per la posizione suggestiva immersa nel verde che per la fervente vita artistica che la anima.

4. Brunel Museum. Nei pressi della stazione Rotherhithe merita di essere visitato il Brunel Museum, un luogo intimo e affascinante che racconta la storia del primo tunnel costruito sotto al Tamigi. Potrete concludere la visita al Brunel Museum Cafè, graziosa galleria che ospita le opere di fotografi e artisti locali, dove sorseggiare una tazza di tè e magari assaggiare qualche dolcetto. Nel bookshop si possono acquistare libri sulla storia dei Brunel e riproduzioni di stampe antiche.

5. Barbican. Avrete senz’altro già sentito nominare uno dei più grandi centri performativi europei. Situato a nord della City, nel cuore del Barbican Estate, il complesso spettacoli teatrali, concerti di musica classica e contemporanea, mostre d’arte, sale cinematografiche e persino una biblioteca: il paradiso dei creativi.

Saturday afternoon, an interesting concert: #JamesMcVinnie plays music by #NicoMuhly and #PhilipGlass #london #barbican #music

Una foto pubblicata da Alessandro Zulberti (@ale_zulberti) in data:

6. Pop Brixton. In cerca di idee per una serata piacevole? Il Pop Brixton è un centro costruito all’interno di container navali, dove trovare tante idee e ispirazioni, soprattutto nel weekend: dai locali per un drink ai piccoli negozietti artigianali, fino ad arrivare alle proiezioni cinematografiche. L’ideale per chi ama la musica e il buon cibo.

7. White Cube. Lasciatevi sorprendere dal bianco candore degli spazi minimal ospitati sia al Mason’s Yard nel centro di Londra sia al Bermondsey, nella zona Sud-Est della città. Per una fuga pazza e memorabile nell’arte contemporanea.

#whitecube #gilbertandgeorge

Una foto pubblicata da Alessandro Zulberti (@ale_zulberti) in data:

Written by Corinna Garuffi

Trentun anni, laureata in Scienze della Comunicazione, lavora da anni nel sociale. Da sempre alla ricerca di notizie inerenti al mondo del volontariato e alle opportunità offerte dell’Unione Europea, è anche appassionata di fotografia, arte e cucina. Indossa per la prima volta le vesti di blogger.

Champions League Juve napoli

Pronostici Champions League 2016/2017 2a giornata: consigli scommesse 27-28 Settembre

pechino express facebook

Replica Pechino Express 2016 puntata 26 settembre: ecco dove vederla