in ,

Londra, Il Telegraph assume un informatico italiano dopo una app sull’olio d’oliva

Arriva da Londra l’ennesima storia di un cervello italiano in fuga. Un informatico italiano, con la passione per la tecnologia mobile, ha ideato una app sull’olio d’oliva e da semplice consulente informatico per una società a Roma vola a Londra e lavora prima per una società di ecommerce e poi riceve la chiamata dal quotidiano inglese Telegraph.

app per telefoni

Emilio Vacca, 43 anni, lavora per 5 anni come consulente informatico in una società di radiologia digitale a Roma. E’ responsabile del settore tecnico, una buona paga ma un contratto a progetto e una vita da precario. Spinto dalla voglia di cambiare, dopo il lavoro inizia a studiare il linguaggio Ios per la tecnologia mobile e sviluppa una app sull’olio d’oliva per spiegare le qualità del prodotto e come assaggiarlo. L’applicazione fà il boom di download e per Emilio inizia una nuova vita. Viene prima contattato da un magazine americano specializzato nel settore che gli propone una collaborazione, e dopo un mese gli viene fissato un colloquio con un colosso dell’ecommerce di alta moda online a Londra. Dopo due settimane viene assunto con contratto a tempo indeterminato, benefits, assicurazione sanitaria e uno stipendio doppio rispetto a quello che prendeva a Roma. E alla arriva la chiamata dal Telegraph, uno dei più importanti quotidiani del Regno Unito, che gli offre di diventare responsabile tecnico per le applicazioni su tablet e telefoni.

Oggi Emilio è un manager di successo, vive a Londra da tre anni ed ha messo su famiglia. Ma rimane con l’amarezza di chi è consapevole che in Italia il mercato del lavoro è molto diverso, senza possibilità di crescita e senza riconoscimenti.

marco mengoni l'essenziale

Marco Mengoni, da L’Essenziale ad Incomparable: di nuovo primo su iTunes

vipera aspis

Cassazione, definire vipera la suocera non è reato