in

Loredana Bertè a “Verissimo”: «Mia Martini nascosta in soffitta per un anno»

Ospite dell’ultima puntata di Verissimo, che sarà trasmessa oggi, sabato 7 dicembre 2019, è stata Loredana Bertè, che ai microfoni di Silvia Toffanin non è riuscita a trattenere le lacrime ricordando la sorella scomparsa Mimì. La padrona di casa ha cercato di consolarla e ne è venuta fuori un’intervista molto intensa, a tratti davvero commovente.

Loredana Bertè

Loredana Bertè in lacrime a “Verissimo”: «Mi sento in colpa per Mimì, non mi perdono… »

La rocker italiana non ha nascosto i suoi tormenti interiori per la morte di Mia Martini: «Provo una sofferenza continua, mi sento in colpa. Se le fossi stata più vicino magari le cose sarebbero potute andare diversamente. Non mi perdono di non aver usato il telefonino che lei mi aveva dato perché restassimo in contatto», ha dichiarato Loredana Bertè, che ha poi aggiunto: «Con Mimì è morta una parte di me. Quando sono sul palco la sento dentro e dò tutto, anche se sono terrorizzata e ho gli attacchi di panico prima di uscire. Non respiro, ma penso a lei e poi esco. Dopo aver finito il concerto però, mi sento una persona migliore, sento di aver dato più di quello che potevo. Penso che Mimì oggi sarebbe orgogliosa di me!». L’artista ha poi parlato dell’infanzia difficile: «Nella nostra vita non abbiamo mai festeggiato il compleanno, le feste erano bandite, anche il Natale! Per sfuggire alle botte e alle litigate violentissime che c’erano in casa, andavamo al Luna Park: per noi era la cosa più sicura…».

Loredana Bertè

«Mia Martini nascosta in soffitta per un anno», aneddoto mai svelato prima

Nel corso della chiacchierata per la prima volta la cantante ha raccontato un retroscena inedito. La 69enne di Bagnara Calabra ha detto di non aver completato gli studi per stare vicino alla sorella finita in carcere: «Ho lasciato la scuola l’ultimo anno perché è successa una disgrazia: mia sorella Mimì è stata arrestata per uno spinello che gli avevano messo in tasca. Ha fatto due anni in carcere. Quando è stata liberata, prima del processo, l’abbiamo nascosta in una soffitta per un anno…». Infine la cantante ha confidato di sognare spesso Mimì: «La sogno che vuole una sigaretta. Per questo ogni anno, per il suo compleanno, metto due sigarette davanti a una foto che ci ritrae insieme e le dico ‘questa è la tua sigaretta per quest’anno!’ Mi manca da morire…».

leggi anche l’articolo —> Loredana Bertè confessa: «Ho perso due mariti, ma è incomparabile al dolore per la morte di Mimì!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di "UrbanPost". Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il suo percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi" e “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

alessio sakara tu si que vales

Alessio Sakara prima di “Tu Si Que Vales”: «Dormivo in palestra, una volta mi rapinarono»

Lorella Boccia Instagram

Lorella Boccia Instagram, mani tra i capelli e scollatura profonda: «Stratosferica!»