in

Lorella Cuccarini su lite con Heater Parisi ” E’ fragile, non ha nemmeno un numero di telefono”

Heater Parisi contro Lorella Cuccarini dopo Nemica Amatissima
Pareva essere andato tutto bene, il big show Nemica Amatissima con protagoniste Heater Parisi e Lorella Cuccarini, invece uno scenario amaro si profila all’orizzonte. La Parisi aveva lasciato la Cuccarini riempiendola di ringraziamenti, abbracci, poi una lettera pubblica all’indirizzo della Rai firmata dalla ballerina ha mostrato le sue improvvise rimostranze. Heater lascia intuire di sentirsi offesa e sabotata; a suo parere autori e regia avrebbero prediletto la Cuccarini lasciandole più spazio e rendendola semplice ospite di un programma che avrebbe dovuto essere condotto in coppia.

La Lettera di Heater Parisi contro Cuccarini e Rai

Ecco uno stralcio della piccata lettera della statunitense contro la Rai e Lorella: “Nel corso delle due puntate ho visto stravolto il mio balletto di apertura contro il volere della coreografa Veronica Peparini, ho visto tagliati pezzi interi di parlato con la mia nemica amatissima e amputata l’unica intervista che mi è stato concesso di fare. Il brano di apertura Stop the Fight Disco Bambina è stato tagliato di ben 30 secondi (un’eternità su una canzone di 3 min) con un editing orrendo che offende chi l’ha scritto e chi l’ha interpretato. Eppure li ballo e per davvero! È scomparso il mio sketch sul nome Heather e su come sia difficile per gli italiani scriverlo correttamente.
Con Lillo avevo letto una preziosa pagina di Gianni Rodari  intitolata “L’acca in fuga” e Silvio Testi aveva scritto un Jingle proprio giocando sul mio nome. Scomparsi anche loro. Esigenze di tempo si dirà. Vero. Ma mi si deve spiegare ancora una volta per quale strana coincidenza i tagli sono avvenuti solo su numeri miei e mai sui numeri della mia nemica amatissima.” 

Lorella Cuccarini, Heater Parisi è una donna fragile
Lorella Cuccarini
ha quindi dovuto entrare nella polemica in seguito a questa missiva di fuoco e, al settimanale Diva e Donna, ha raccontato: “Direi che sono stata materna anche con Heather Parisi, anche se lei è più grande di me. Ho cercato di proteggerla, di esserle complice. Non so quanto questo sia passato, se penso a quello che è successo dopo”. L’approccio alla questione della showgirl è alquanto perplesso, quello di una persona presa del tutto in contropiede: “Non hai capito tu, figurati io. Sono sincera, non so darti una spiegazione, anche perché Heather è partita subito, la mattina dopo. Siamo scoppiate in un pianto liberatorio. Sai, anche l’adrenalina. Il peso di un mese e mezzo di lavoro duro. Heather mi ha detto delle cose belle. Mi ha ringraziato, e le cose sembravano andare per il meglio. Si aspettava una persona diversa, accentratrice, che non facesse gioco di squadra. “Non ce l’ho mai avuta con te. Sono felice di averti conosciuto per come sei veramente”, mi ha detto. Me la voglio ricordare così”. Insomma, anche Lorella non si aspettava certo un risvolto al veleno dopo una conclusione tanto amichevole: ““Non lo so. Heather è una donna molto fragile. Aver vissuto questa esperienza dopo tanto tempo che era fuori dalla televisione evidentemente l’ha caricata di responsabilità” queste le spiegazioni che la Cuccarini adduce alla situazione “Lei non ha neanche un suo numero di telefono. È difficile parlarci. Bisogna chiamare il marito. Ma non avrei saputo cosa dirle. Preferisco rimanere a quel nostro abbraccio finale”. 

omicidio marco vannini processo

Morte Marco Vannini, Antonio Ciontoli piange in aula e fa infuriare i presenti: “Era come un figlio”

I figli dei vip “maledetti”, storie sconvolgenti dei rampolli d’oro: da crimini terribili a morti traumatiche