in ,

L’orgasmo vaginale non esiste: sfatato il mito del piacere femminile

“Col dito, col dito, orgasmo garantito!” – così citava uno slogan femminista degli anni Settanta; e forse quelle donne, che al tempo manifestavano per una maggiore libertà – non solo sessuale – già avevano capito ciò che gli studiosi hanno scoperto solo recentemente, ovvero che l’orgasmo vaginale non esiste. Secondo un recente studio, pubblicato sulla rivista scientifica Clinical Anatomy, infatti, non esisterebbero due tipologie di piacere femminile: quello clitorideo e quello vaginale, ma solo uno.

orgasmo-vaginale

Il corpo delle donne, soprattutto nelle sue parti più intime, è stato da sempre motivo di studio: la perfezione delle sue forme, la sinuosità e la bellezza unica del creato, ma soprattutto la fonte di piacere e di vita. È soprattutto su quest’ultimo punto che si sono concentrati molti studi, e non solo da parte di medici affermati; anche molti uomini hanno faticato e hanno cercato di ‘immolarsi alla causa’ del piacere femminile, addentrandosi in un luogo per molti oscuro e sconosciuto, come novelli Indiana Jones alla ricerca del punto G perduto. Pionieri senza una vera meta, secondo quanto emerge da un recente studio che afferma che il punto G non esiste, così come non esiste un orgasmo vaginale.

La chiave per l’orgasmo femminile quindi è il ‘pene femminile’, composto da clitoride, bulbi vestibolari e pars intermedia, piccole labbra e il corpo spugnoso dell’uretra femminile. Se non viene stimolata quella parte anatomica durante il rapporto è praticamente impossibile che la donna raggiunga il piacere e dunque l’orgasmo. I/Le partners sono avvisati/e.

 

Mondiali volley

Mondiali volley femminile, l’Italia straccia gli Usa, secco 3 a 0

Belen Rodriguez news: shopping a via Montenapoleone con la sorella Cecilia