in ,

Loris Stival, la difesa di Veronica: “Dalle telecamere mancano immagini importanti”

Completato l’incidente probatorio sulle immagini delle videocamere di sorveglianza di Santa Croce Camerina (Ragusa), che hanno ripreso il percorso in auto di Veronica Panarello la mattina del 29 novembre 2014, le copie forensi già lunedì saranno consegnate alle parti. E proprio sulle copie sarà effettuata una perizia.

Si tratta dei video che tengono in carcere dal 9 dicembre 2014 la 26enne, accusata dell’omicidio del figlio Loris, di soli 8 anni. Immagini compromettenti per la giovane madre in quanto raccontano di un percorso che stride con quello da lei ricostruito.

Tuttavia il legale che la difende, Francesco Villardita, ieri a Mattino 5 ha rilasciato delle dichiarazioni che, se confermate, potrebbero cambiare il corso dell’inchiesta. “Da due telecamere ritenute fondamentali per l’accusa non ci sono più alcune immagini” – ha detto Villardita evidenziando che l’incidente probatorio non avrebbe dato l’esito sperato“proprio quella di ‘Borgo Antico’ in zona canalone e quella del semaforo dove a detta dell’accusa Veronica avrebbe svoltato a sinistra”.

“Non sappiamo il motivo” ha precisato Villardita – “ma da quello che abbiamo capito leggendo la perizia depositata dall’ingegnere Losio, dalla prima telecamera non è possibile estrapolare l’immagine perché non c’è più”. 

win10

Windows 10 Insider download uscita: la release 10547 per Fast Ring

ricette veloci

Ricette vegetariane: 10 piatti veloci, facili e gustosi